Il Tempo porta alla luce un clamoroso affare immobiliare fatto dai Benetton con il primo governo Conte. Pochi mesi dopo la tragedia del Ponte Morandi.

Nelle ore calde dello scontro tra il governo e Autostrade, il Tempo porta alla luce un affare fatto dai Benetton pochi mesi dopo la tragedia del crollo del Ponte Morandi. Un affare fatto, secondo il quotidiano, proprio con il governo.

L’inchiesta de Il Tempo: il clamoroso affare immobiliare dei Benetton con il primo governo Conte. Pochi mesi dopo il crollo del Ponte Morandi.

A quattro mesi dal crollo del Ponte Morandi di Genova, Edizione Property, siamo sempre nella sfera Benetton, acquista un immobile 22 mila metri quadrati a Roma al prezzo di 150 milioni. Come riferito da il Tempo, si tratta di un immobile costruito tra il ’36 e il ’38 con vista Ara Pacis e Mausoleo di Augusto. Siamo nel cuore di Roma

L’operazione parte da lontano ma si concretizza pochi mesi dopo la tragedia del Ponte Morandi. E dopo che il Ministero dei Beni Culturali non ha esercitato il diritto di prelazione. Tradotto, non ha bloccato l’immobile che quindi è finito sulla piazza.

Giuseppe Conte
16/05/2020 Roma – conferenza stampa Presidente del Consiglio dei Ministri / foto Alessandro Serrano’/Pool/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

La cessione in affitto decennale a Bulgari

Edizione Property completa il capolavoro – perché dal punto di vista imprenditoriale parliamo di un capolavoro – affittando il Palazzo a Bulgari, che per l’immobile, sempre secondo il Tempo, paga 15 milioni di euro l’anno per dieci anni. Con possibilità di rinnovare il contratto per altri dieci anni. In venti anni la società potrebbe rientrare delle spese e guadagnare 150 milioni. E il rinnovo sembra scontato se se considera che quel magnifico Palazzo si trasformerà nel Bulgari Hotel Roma. Con apertura prevista nel 2022.

Bulgari
fonte foto https://www.facebook.com/Bulgari/

Il grande affare sfuggito allo Stato e raccolto dai Benetton

In realtà ci sono diverse voci critiche che si chiedono come sia stato possibile arrivare al cambio di destinazione d’uso del fantastico immobile in tempi così brevi. Sempre secondo quanto emerso nell’inchiesta de il Tempo, la risposta ci sarebbe. Edizione ha acquistato l’immobile già con le autorizzazioni necessarie per il cambio.

Il dubbio a questo punto è un altro. Perché non è stato lo Stato ad affittare la struttura ma si è lasciato sfuggire il clamoroso affare impacchettato e consegnato ai Benetton?

Nessun illecito

Sia chiaro. L’operazione in questione è assolutamente lecita e legittima. Non emergono illeciti o dubbi o sospetti. Certo, il tutto stona con la battaglia di questi giorni.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Benetton evidenza Giuseppe Conte politica primo piano Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 14-07-2020


Autostrade, spunta una lettera della ministra De Micheli a Conte: “Valuta una soluzione transattiva”

Tangenti, assolto Roberto Formigoni