Il viaggio di due terrapiattisti durante il lockdown. Zichichi: “Cercavano la fine della Terra”.

ROMA – Il viaggio di due terrapiattisti è stato raccontato da Salvatore Zichichi a La Stampa. In realtà più che viaggio una disavventura per la coppia veneta che ha cercato con una barchetta di arrivare a Lampedusa per dimostrare la fine della Terra.

Una traversata che è finita a Ustica con i due che hanno tentato la fuga per non trascorrere una quarantena in mare a Palermo. Anche in questo caso un tentativo fallito con la Capitaneria che li ha recuperati dopo tre ore dal tentativo.

Il viaggio dei due terrapiattisti

La particolare storia è stata raccontata da Salvatore Zichichi a La Stampa: “La coppia è partita dal Veneto durante il lockdown violando tutte le restrizioni. A Termini Imerese hanno venduto la macchina per comprarsi una barchetta per arrivare a Lampedusa dove, per loro finiva la terra.. La cosa divertente è che si orientavano con la bussola, strumento che funziona sulla base del magnetismo terrestre. Un principio che i due, visto il loro credo dovevano rifiutare“.

Un viaggio finito a Ustica con due tentativi di fuga per evitare la quarantena. “La seconda volta – ha spiegato Zichichi – sono finiti in casa di un mitomane che sosteneva di essere positivo al Covid e invece per fortuna era negativo“.

Migranti
Migranti

Il ritorno via terra

Quindici giorni trascorsi in Sicilia prima di ritornare, questa volta, via terra in Veneto. L’unico tratto via mare è stato il trasferimento da Messina e Villa San Giovanni.

Una disavventura per i terrapiattisti che non solo si sono venduti la macchina per comprare la barchetta, ma hanno preso una multa per aver violato il lockdown. Un viaggio che si è trasformato in un’odissea per la coppia veneta.

Scarica QUI il Decreto Agosto.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca evidenza terrapiattisti veneto

ultimo aggiornamento: 01-09-2020


Il re del porno Ron Jeremy rischia 250 anni di carcere

Lecco, bambina dispersa nel lago: corpo ritrovato dopo cinque giorni