Ilva, Manifestazione a Taranto: scontri con la polizia

Ilva, manifestazione a Taranto: scontri con la polizia

Corteo a Taranto contro l’Ilva. Tensione tra alcuni manifestanti e la polizia. “Il tempo è scaduto”, lo slogan principale della protesta.

TARANTO – A Taranto circa 2mila persone sono scese in piazza per protestare contro l’Ilva. “Il tempo è scaduto, cambiamo Taranto“, questa è una delle tanti frasi che si leggono sugli striscioni che i manifestanti hanno deciso di portare al corteo.

La protesta – partita da piazza Gesù Divin Lavoratore – è arrivata fino ai cancelli dell’acciaieria dove si sono registrati dei piccoli tafferugli con gli agenti di polizia antisommossa schierati nei pressi della fabbrica. Ci sono stati lanci di fumogeni e di pietre da parte di alcuni manifestanti mentre gli altri hanno chiesto di proseguire per confermare la natura pacifica di questa manifestazione. In piazza delegazioni di diversi sindacati con i No TAV e i No TAP che hanno deciso di prendere parte a questo corteo. La situazione nella città pugliese è ritornata alla normalità con il corteo che è terminato.

Manifestazione Taranto
La manifestazione di Taranto (fonte foto https://twitter.com/global_project)

Ilva, manifestazione a Taranto. I promotori: “Basta raccontare bugie”

Poco prima della manifestazione i promotori e i partecipanti hanno spiegato il motivo di questo corteo: “La provocazione – dichiarano i protestanti citati dall’ANSAè quella del governo che viene a Taranto con 5 ministri e pensa di prenderci in giro. Basta bugie, non ci fidiamo dei ministri.

Questa – aggiungono – è una città che risponde e soprattutto che non molla. Devono capire che l’impianto va chiuso. La maledetta politica la mantiene accesa nonostante sia contro la legge. Oggi non è neanche l’inizio di quello che vogliamo fare. Con questa manifestazione vogliamo richiamare solo l’attenzione, dobbiamo essere in tanti. E’ ora che si programmi anche una settimana di manifestazioni come abbiamo fatto agli inizi degli anni Ottanta contro le centrali nucleari“.

Taranto scende in piazza per protestare contro la decisione del governo di tenere aperta l’Ilva.

fonte foto copertina https://twitter.com/global_project

ultimo aggiornamento: 04-05-2019

X