Riapertura degli impianti sciistici dal 15 febbraio, le linee guida. Il Cts ha analizzato le linee guida presentate dalle Regioni.

ROMA – Riapertura degli impianti sciistici dal 15 febbraio solo in zona gialla. Sarebbe queste, secondo l’Ansa, le indicazioni arrivate dal Comitato tecnico-scientifico. Bocciata, quindi, la proposta delle Regioni che prevedeva una ripartenza anche in zona arancione con regole molto più ferree. Nessun dubbio sulle zone Rosse, con gli impianti sciistici che resteranno chiusi.

Impianti sciistici aperti in zona gialla: le regole

La prima indicazione è chiara: gli impianti sciistici potranno riaprire ma solo in zona Gialla. Respinta la richiesta di riaprire anche in zona Arancione con restrizioni aggiuntive.

Il protocollo prevede regole rigide per evitare la diffusione del coronavirus. Gli sciatori amatoriali dovranno indossare dispositivi di sicurezza in tutti i punti dove potrebbero crearsi assembramenti. Gli accessi agli impianti dovranno essere contingentati e anche i bar e i rifugi dovranno rispondere a regole stringenti.

Impianti sciistici, le linee guida per la riapertura: la proposta delle Regioni

Stando a quanto riferito da il Corriere della Sera, le Regioni, nelle loro linee guida, chiedevano la riapertura degli impianti anche in zona Arancione, con accesso fino al 50% della capienza. Le presenze erano contingentate limitando la vendita di biglietti giornalieri. Sulle seggiovie inoltre gli sciatori amatoriali dovevano indossare la mascherina FFP2. Si dovranno inoltre evitare assembramenti in ogni luogo e in ogni momento della giornata, prestando particolare attenzione ai luoghi a rischio come le biglietterie e i rifugi.

Gli impianti resteranno invece chiusi in zona rossa. È bene evidenziare che al 2 febbraio non ci sono Regioni italiane nella fascia a maggior rischio epidemiologico.

Sciatrice neve montagna
Montagna

Il parere del Comitato Tecnico Scientifico

La proposta delle Regioni è stata analizzata dal Comitato tecnico-scientifico. Gli esperti hanno bocciato l’ipotesi di una riapertura anche in zona arancione. Dal 15 febbraio, quindi, si potrà sciare solo in fascia gialla.

Lo spostamento tra Regioni

Un altro nodo da sciogliere in qualche modo collegato alla riapertura degli impianti sciistici riguarda la possibilità di spostarsi tra Regioni gialle. Non si esclude che dal prossimo 15 febbraio possa essere inserita una deroga che possa consentire lo spostamento per motivi turistici. Una decisione di questo tipo però porterebbe sostanzialmente al via libera agli spostamenti su quasi tutto il territorio nazionale, uno scenario che molti esperti vorrebbero evitare in quanto potrebbe far risalire la curva dei contagi vanificando gli sforzi fatti fino a questo momento.

Covid, l’aggiornamento del Piano Vaccini


17enne si toglie la vita, professore indagato per istigazione al suicidio

Vaccino Covid, il primo rapporto AIFA sulla sorveglianza: reazioni avverse in linea con le informazioni