In Finlandia è nata la birra per celebrare l’adesione alla Nato, nel birrificio finlandese Olaf Brewing. Si festeggia l’abbandono della neutralità.

La Finlandia, che si trova proprio al confine con la Russia, ha recentemente deciso di abbandonare la sua posizione neutrale all’interno dello scenario internazionale, decidendo di affermare una posizione di distacco dal Cremlino. Uno dei birrifici locali, ha colto l’occasione per realizzare una birra appositamente pensata per sostenere la decisione presa dal Paese.

L’Olaf Brewing, annuncia sui social la produzione di una nuova birra, in occasione dell’entrata nell’Alleanza Nato: “La Finlandia indipendente sta per prendere una decisione indipendente. Celebriamo questo producendo una nuova birra”.

Birra

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le motivazioni della produzione

I mastri birrai hanno creato la birra appositamente per festeggiare l’evento. La birra si chiama ‘Otan olutta’. I designer hanno realizzato la lattina con un’etichetta di colore azzurro, e nel visual hanno disegnato un guerriero con l’armatura che alza un boccale di birra. Il birrificio in cui si produce la birra è a Savolinna, che si trova ad un’ora di distanza dal confine con la Russia. Olaf Brewing viene prodotta in una cittadina che si trova nei pressi del lago Saimaa, luogo famoso per il Festival dell’Opera.

L’Olaf Brewing è disponibuile anche nel birrificio di Taproom e al The House of Olaf, oltre che nella città natale Savolinna. Per pubblicizzare la birra, il birrificio ha scritto in un tweet: “Olaf è sempre lì per brindare alla cooperazione e alle nuove belle amicizie”.

Dove viene prodotta la birra

La sua gradazione alcolica è di 5.3 gradi. Il nome scelto per la birra ha un doppio significato: è il nome francese di Nato, ma significa anche ‘prendo’ in finlandese. Quindi ‘Otan Olutta’, mi “prendo una birra”. Il birrificio, ha felicemente annunciato che la birra ha riscosso un importante successo. Infatti, a pochi giorni di distanza dalla sua produzione, la birra è stata richiesta in grandi quantità. Secondo l’industria produttrice di birra, questa grande richiesta testimonia l’unione del paese, ed anche il sostegno nel portare avanti la decisione presa dal presidente Sauli Niinistö e dalla premier Sanna Marin di entrare nell’Alleanza Nato “per difendere la pace”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-05-2022


Draghi: l’informativa al Senato sull’Ucraina

Dopo il Covid, arriva il ‘vaiolo delle scimmie’: nuova pandemia?