Incendi in Australia, Gran Premio a rischio? Le ultime

Incendi in Australia, Gran Premio a rischio?

Incendi in Australia, Gran Premio a rischio? Le fiamme non si fermano e la Liberty Media sta seguendo da vicino la situazione.

MELBOURNE (AUSTRALIA) – Incidenti in Australia, Gran Premio a rischio? Le fiamme mettono a serio rischio gli eventi sportivi previsti in questo Paese. La Liberty Media segue da vicino quanto sta accadendo in zona. Al momento non sembrano esserci le condizioni per rinviare l’appuntamento ma se la situazione dovesse peggiorare non possiamo escludere la possibilità di un cambio del calendario per consentire all’Australia di riprendersi e ospitare la gara.

Incendi in Australia, la Liberty Media valuta il rinvio del Gran Premio

La situazione in Australia è in continuo peggioramento con la Liberty Media che sta valutando la possibilità di un rinvio del GP per gli incendi che stanno colpendo tutta la zona. L’appuntamento è in programma nel weekend 13-15 marzo e per questo non ci saranno comunicazioni ufficiali nel breve periodo.

Il Paese è stato messo in ginocchio dalle fiamme e non sarà semplice rialzarsi nel giro di due mesi. Al momento tutte le ipotesi sono al vaglio degli organizzatori, anche un cambio di calendario per non rischiare di perdere uno degli appuntamenti più importanti della stagione.

GP Australia
fonte foto https://twitter.com/F1

La Formula 1 si smobilita

In attesa di capire il futuro di questo Gran Premio, la Formula 1 è pronta a scendere in campo per aiutare l’Australia. La Liberty Media è al lavoro per trovare le iniziative giuste con l’obiettivo di ottenere dei fondi da donare al Paese. Non si può escludere qualche evento benefico proprio alla vigilia del Gran Premio per consentire all’intera nazione di ripartire dopo un periodo non semplice.

La situazione non sembra migliorare in Australia con la Liberty Media che valuta la possibilità di un rinvio per cercare di consentire al Paese di riorganizzarsi dopo i roghi delle ultime settimane.

fonte foto copertina https://twitter.com/F1

ultimo aggiornamento: 13-01-2020

X