Incendio a Cosenza, tre morti e in fiamme le opere del filosofo Bernardino Telesio

Incendio a Cosenza, tre morti e cinquecento anni di storia in cenere.

Incendio a Cosenza presenta il suo bilancio che conta la morte di tre persone e un grave colpo non solo per la città ma anche per la cultura italiana che perde tra le fiamme invidiabili e importanti pergamene, opere filosofiche di un certo pregio, pezzi pregiati, donazioni della famiglia Bilotti Ruggi D’Aragona.

Incendio a Cosenza, il dolore di Roberto Bilotti: “È stata una tragedia annunciata, denunciata da otto anni”

Intervenuto ai microfoni de l’AnsaRoberto Bilotti ha parlato della parlato con le lacrime agli occhi della grave tragedia umana e culturale che ha colpito Cosenza: “La città perde tutto il suo patrimonio culturale. Parliamo di quadri, mobili, ma soprattutto dei manoscritti e delle pergamene originali di Telesio, Parrasio e Quattromani. E’ stata una tragedia annunciata, denunciata da otto anni, ma la giustizia non ha fatto nulla e oggi Cosenza piange tre vittime e perde 500 anni di storia. Più volte ho denunciato l’accensione di fuochi all’interno dell’appartamento senza le dovute cautele, perché gli occupanti dovevano riscaldarsi, e segnalato tante situazioni di disagio, ma sono cadute nel vuoto“.

L’incendio è divampato per cause ancora da chiarire, forse lo scoppio di una bombola del gas, in un appartamento occupato abusivamente confinante con il Museo.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 19-08-2017

Nicolò Olia

X