Incendio a Battipaglia. Una donna di 57 anni è morta dopo aver messo in salvo due anziani. Indagini in corso.

BATTIPAGLIA (SALERNO) – Un incendio è divampato nelle prime ore di lunedì 8 marzo 2021 in una villetta a Battipaglia. Per una donna di 57 anni non c’è stato niente da fare. La vittima, secondo le prime informazioni, è riuscita a mettere in salvo i due anziani che badava prima di perdere la vita.

Le condizioni della coppia non sono molto gravi e, attualmente, sono stati ricoverati all’ospedale Santa Maria della Speranza di Salerno.

Incendio a Battipaglia, morta una donna

La ricostruzione dell’incendio è ancora al vaglio degli inquirenti. Secondo le prime ricostruzioni, riportate da La Repubblica, il rogo sarebbe divampato per un malfunzionamento di una stufa.

La prima ad accorgersi delle fiamme è stata proprio la badante. La 57enne ha messo subito in salvo la coppia per poi rientrare nell’abitazione. Le fiamme e il fumo, però, non le hanno dato scampo. Il personale medico ha potuto constatare solamente il decesso della donna. I due anziani, invece, sono stati trasportati in ospedale per effettuare tutti i controlli del caso. Le loro condizioni non sarebbero gravi.

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco

Tragedia sfiorata a Napoli, un autobus è sprofondato in una voragine

Tragedia sfiorata, invece, a Napoli. Un autobus è sprofondato in una voragine in via Aniello Falcone. Fortunatamente nessuna persona è rimasta ferita.

E’ successo proprio mentre stava per iniziare lo sciopero di 24 ore indetto dal nostro sindacato – ha detto Marco Sansone, rappresentante dell’Usb, riportato dall’Ansail manto stradale, rattoppato male, ha ceduto improvvisamente, tra il terrore dei passeggeri e dell’autista. Proprio quest’ultimo, in modo attualmente professionale, ha mantenuto la calma ed ha messo in sicurezza coloro i quali erano a bordo, per poi chiamare i soccorsi. Solo per caso non c’è stato alcun ferito“. Aperta un’indagine per capire il motivo di questo cedimento.


Dramma nel Milanese, donna uccide la figlia e tenta il suicidio

36enne algerino fermato a Bari, è accusato di aver partecipato alla strage del Bataclan