Una ragazza è morta in provincia di Lucca per un incendio divampato in casa nella notte tra il 21 e il 22 gennaio 2020. Il padre è rimasto ustionato.

BORGO A MOZZANO (LUCCA) – Nella notte tra il 21 e il 22 gennaio 2020 una ragazza di 14 anni è morta in provincia di Lucca per un incendio divampato in casa. La tragedia è successa alle porte di Borgo a Mozzano con il padre della piccola rimasto ustionato nel tentativo di salvare la piccola dalle fiamme.

I vigili del fuoco hanno spento le fiamme e successivamente iniziato le verifiche per capire il perché di questo incendio. L’appartamento è stato posto sotto sequestro in attesa di ulteriori accertamenti.

Incendio in provincia di Lucca, un morto

L’incendio, secondo le prime informazioni, è divampato intorno alle 2:30 di mercoledì 22 gennaio 2020. Nell’appartamento c’erano solo il padre con la ragazza. L’uomo ha cercato di salvare la figlia ma purtroppo non è riuscito nel suo intento.

Dopo aver spento le fiamme, i vigili del fuoco sono entrati nell’appartamento e non hanno potuto fare altro che constatare la morte della piccola. Una tragedia che ha sconvolto l’intera cittadina toscana visto che episodi simili non succedono tutti i giorni. L’immobile è stato posto sotto sequestro per effettuare tutti i controlli del caso.

Incendio Lucca
L’incendio di Lucca (fonte foto https://twitter.com/emergenzavvf)

Incendio in provincia di Lucca, aperta un’indagine

E’ stata aperta un’indagine sull’incendio in provincia di Lucca. Non è chiaro cosa ha provocato le fiamme e nelle prossime ore gli inquirenti potrebbero interrogare il padre della vittima, rimasto ustionato nel tentativo di portare in salvo la figlia.

Il magistrato è intenzionato ad autorizzare l’autopsia per chiarire meglio le cause della morte della piccola. Saranno proprio gli accertamenti medici a dare delle risposte a delle domande che la Procura si sta ponendo da diverse ore per dare delle spiegazioni a questa tragedia.

fonte foto copertina https://twitter.com/emergenzavvf


Hackerato il cellulare di Jeff Bezos

Carne infetta e falso vino doc, arresti e sequestri in Lombardia e Veneto