Incendio sull’isola di Evia, in Grecia. Evacuati diversi villaggi, il premier greco annulla le vacanze e avverte: “La priorità è salvare le vite”.

Un vasto incendio ha bruciato l’isola di Evia (o Eubea), in Grecia. La situazione è decisamente preoccupante al punto che il premier greco ha deciso di annullare le vacanze per continuare a seguire da vicino una situazione definita emergenziale. Per far fronte al vasto rogo le autorità greche hanno chiesto supporto all’Europa.

Incendio sull’isola di Evia, Grecia

Le fiamme sono divampate in una zona limitrofa a una riserva faunistica e si sono propagate in pochissimo tempo per il forte vento che ha alimentato il rogo complicando anche l’intervento dei soccorritori sia da terra che per vie aeree.

Pompiere
Pompiere

In arrivo i canadair dall’Italia e dalla Croazia

Per provare a far fronte al vastissimo incendio, Atene ha chiesto aiuto all’Unione europea. Dalla Croazia e dall’Italia dovrebbero arrivare i canadair per provare a soffocare le fiamme dall’alto e o almeno per delimitare il perimetro del vasto rogo, evitando che le fiamme possano arrivare a lambire le case.

Evacuati diversi villaggi

Numerose squadre di vigili del fuoco stanno intanto lavorando da ore per evitare che le fiamme distruggano i centri di Kontodespoti, Makrymalli, Stavros e Platana.

I villaggi in questione sono stati evacuati e la speranza dei pompieri, oltre che dei tanti residenti strappati alle loro case, è che si possano spegnere le fiamme prima che distruggano le case e le strutture, cancellando o danneggiando irrimediabilmente un panorama caratteristico e particolarmente apprezzato anche dai turisti.


La protesta continua ad Hong Kong: aeroporto occupato

Stati Uniti, uomo ferisce 6 poliziotti a Philadelphia. La sparatoria nel corso di un’operazione anti-droga