Esplosione a Filadelfia, colonna di fumo a chilometri di distanza

Una forte esplosione ha coinvolto una raffineria di Filadelfia. La colonna di fumo è visibile a chilometri di distanza.

FILADELFIA (STATI UNITI) – Paura a Filadelfia per una serie di forti esplosioni che hanno coinvolto una raffineria. Al momento non risultano persone ferite ma i vigili del fuoco sono al lavoro per cercare di spegnere le fiamme ed individuare eventuali corpi presenti all’interno della struttura completamente bruciata.

Non un lavoro semplice per i pompieri visto che si tratta di una delle più grandi aziende americane di questo settore. Il complesso vede ben 1000 dipendenti al suo servizio ma l’incendio è scoppiato la notte e per questo fortunatamente non ci dovrebbero essere persone rimaste coinvolte. La notizia dello scoppio di questo rogo è stata anticipata da NBC che in un video mostra le fiamme che stanno bruciando l’intero edificio.

Vigili del Fuoco Stati Uniti
fonte foto https://twitter.com/MiguelMValle

Incendio a Filadelfia, le autorità invitano i residenti a non uscire

E’ una corsa contro il tempo per i vigili del fuoco. La colonna di fumo nero è visibile ormai anche a diversi chilometri e le autorità locali hanno invitato le persone a tenere le finestre chiuse a casa e non uscire per nessun motivo. Un chiaro messaggio per evitare eventuali problemi all’atmosfera che potrebbero essere causati da questo rogo.

Incendio a Filadelfia, indagini in corso

Le autorità locali hanno aperto un’inchiesta per verificare la presenza di un dolo in questo incendio. L’azienda colpita è una delle più grandi in America e per questo gli inquirenti preferiscono non escludere nessuna ipotesi almeno fino a quando non si hanno prove certe.

I controlli più approfonditi inizieranno dopo aver spento le fiamme. Al momento la pista più seguita sembra essere quella di un incidente ma la matrice dolosa si preferisce non lasciarla in disparte visto che al momento non si hanno delle prove certe su quanto successo.

Di seguito il video con l’incendio alla raffineria

fonte foto copertina https://twitter.com/MiguelMValle

ultimo aggiornamento: 21-06-2019

X