Lo STIR di Santa Maria Capua Vetere è andato in fiamme nella serata del 1° novembre 2018. Il ministro Costa: “Dobbiamo reagire”.

SANTA MARIA CAPUA VETERE (CASERTA) – Incendio nella serata del 1° novembre 2018 allo STIR di Santa Maria Capua Vetere. Le fiamme si sono sviluppate all’interno del capannone con le due guardiane del sito che hanno lanciato l’allarme.

Immediato l’intervento da parte dei vigili del fuoco che hanno lavorato tutta la notte per spegnere le fiamme che si erano propagate in tutta la zona. Sulla vicenda indagano gli inquirenti che pensano ad un atto doloso, visto che nei mesi scorsi ci sono stati altri eventi molto simili. Il timore di continuare a fare i conti con gli incendi nelle prossime settimane è elevato.

Vigili del Fuoco
fonte foto https://www.facebook.com/vigilidelfuocolafanpage/

Incendio a Santa Maria Capua Vetere, il ministro Costa: “Siamo sotto attacco”

Il giorno dopo l’incendio sul luogo si è recato anche il ministro dell’Ambiente Costa. Al termine della visita, l’esponente del governo ha tenuto una conferenza stampa alla prefettura di Caserta: “Lo Stato – riporta il sito di Repubblica – deve mostrare i muscoli. Siamo sotto attacco e nei prossimi giorni 100 carabinieri esperti in indagini ambientali saranno in questi territori per capire cosa sta accadendo“.

L’esercito già presente – conclude il ministro – sarà impegnato nella vigilanza di siti di rifiuti maggiormente sensibili, che saranno individuati dalle prefetture“.

Il governo ha deciso di affrontare la situazione incendi in Campania che negli ultimi mesi sta tenendo banco in tutta la regione. Si pensa a dei roghi intimidatori anche se al momento non si hanno prove. Il ministro Costa vuole vederci chiaro e invia dei militari esperti in queste vicende.

Di seguito il video con le immagini dell’incendio

fonte foto copertina https://twitter.com/stefgraziano


Roma, rissa sulla Roma-Lido: ferita una donna

Roma, incidente sul Grande Raccordo Anulare: un morto