I circa 200 abitanti di Jamiano, frazione di Doberdò del Lago, sono stati evacuati oggi, a causa dell’incendio esploso ieri sul Carso.

L’incendio sarebbe divampato ieri, in tre punti del Carso, fra Trieste e Gorizia. Ma cosa è successo ulteriormente, nel corso di queste ultime ore? A Monfalcone, dove è stato chiuso impianto Fincantieri, è consigliato l’uso delle mascherine ffp2.

Il fronte del fuoco continua a tenere sotto scacco il territorio, in particolare la città di Monfalcone, con l’aria ormai divenuta irrespirabile, e le frazioni di Doberdò del Lago (Gorizia). Intorno alle ore 13 di oggi, Jamiano è stata evacuata a causa dell’incendio divampato ieri, in tre punti, nel Carso fra Trieste e Gorizia e che ha toccato anche il lato sloveno del confine: questo è quanto annunciato dal Tgr Rai. Secondo le ultime news dei Vigili del Fuoco, la situazione è in leggero miglioramento, ma “i fronti di fiamma non sono ancora sotto controllo”.

Incendio Vigili del fuoco
Incendio Vigili del fuoco

Il fumo insopportabile ha portato alla chiusura del grande impianto Fincantieri di Monfalcone. Una decisione presa a tutela dei circa tremila dipendenti della fabbrica che si trova tra il Friuli, la Slovenia e la Croazia. Il gruppo ha precisato che la misura è stata presa per tutelare la salute dei lavoratori. Deviate anche le auto che devono passare nella zona.

Ma le fiamme divampano in tutta Europa.

In Slovenia, sarebbero almeno quattro i paesini considerati in pericolo. Ne ha dato notizia nel pomeriggio l’agenzia di stampa slovena STA. Le autorità, scrive la STA citando la Protezione civile slovena, hanno invitato la popolazione ad abbandonare Sela na Krasu, Hudi Log, Korita na Krasu e Nova Vas.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 20-07-2022


Chi è il nuovo Presidente dello Sri Lanka?

Sub muore durante immersione all’isola del Giglio