Incidente aereo nel Padovano. Il fondatore di ‘Airone’ è morto all’età di 84 anni dopo essersi schiantato con il suo ultraleggero.

PADOVA – Grave incidente aereo nel Padovano nella serata di sabato 19 giugno. Un uomo di 84 anni ha perso la vita nello schianto con il suolo del suo ultraleggero. La vittima, come riportato da La Repubblica, è Egidio Gavazzi, ditore di riveste come Airone e Acqua.

Le autorità locali sull’incidente hanno aperto un’indagine per accertare meglio quanto successo e provare a capire cosa ha provocato la caduta del velivolo. I punti da chiarire sono ancora diversi e nelle prossime ore si faranno tutti gli approfondimenti del caso.

Ultraleggero precipita nel Padovano, morto un imprenditore milanese

La ricostruzione dell’incidente è ancora al vaglio degli inquirenti. Secondo le prime informazioni, l’aereo sarebbe andato lungo in fase di atterraggio e, secondo quanto riportato da La Repubblica, il pilota ha cercato di riprendere quota nel tentativo di evitare l’impatto con alcune case.

La manovra, però, ha generato un qualcosa impossibile da controllare. Il velivolo, infatti, si è sollevato in maniera composta e la carcassa ha iniziato a carambolare. Il rottame si è incendiato e per il pilota non c’è stato niente da fare. I vigili del fuoco sono intervenuti immediatamente per spegnere le fiamme ma per l’84enne non c’è stato niente da fare. E’ stata aperta un’indagine per ricostruire meglio la dinamica di questo incidente.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Vigili del Fuoco
Vigili del Fuoco

Il sindaco Padova: “Momenti di paura e apprensione”

L’incidente è stato commentato dal sindaco di Padova. “Esprimo cordoglio e vicinanza ai cari della persona che purtroppo è mancata – ha detto Sergio Giordani riportato da La Repubblicae vicinanza anche ai residenti del quartiere che hanno vissuto momenti di grande paura e apprensione. Già cosi è una tragedia ma poteva essere un vero disastro se fossero state coinvolte abitazioni o se il velivolo fosse piombato nella strada che è molto trafficata“.


Papa Francesco: “Apriamo i nostri cuori ai rifugiati”

Arese, uccide la moglie e tenta di uccidere anche il figlio