Dubai, autobus si schianta contro un cartello stradale

Tragedia a Dubai. Un autobus si è schiantato contro un cartello stradale. Il bilancio è di 17 vittime e 3 feriti.

DUBAI (EMIRATI ARABI UNITI) – Una gita a Dubai si è trasformata in tragedia per un gruppo di turisti provenienti dall’Oman. Come riportato da diversi media internazionali, un autobus si è schiantato contro un cartello stradale per cause ancora da chiarire. Il bilancio è di 17 morti di nazionalità diversa e 3 feriti.

Sulla vicenda sono in corso le indagini per cercare di capire meglio i motivi di questo incidente. Per il resto le autorità locali non si sono sbilanciati oltre assicurando il massimo impegno per fare chiarezza sulla tragedia avvenuta a Dubai.

Autobus turistico si schianta a Dubai: non ci dovrebbero essere italiani

La Farnesina ha immediatamente avviato le verifiche per una eventuale presenza di italiani in questo tragico incidente ma al momento non sembrano esserci riscontri. Le autorità locali hanno parlato di vittime di diversa nazionalità ma non hanno fornito ulteriori dettagli alla stampa.

L’incidente è avvenuto nei pressi di Dubai con l’autobus che proveniva dall’Oman. Non si hanno notizie delle condizioni dei tre feriti e dell’autista ma sono in corso tutte le indagini per accertare meglio cosa sia successo.

Polizia Filippine
fonte foto https://twitter.com/Don_Lazzara

Incidente stradale a Dubai: morte 17 persone

Gli inquirenti hanno aperto un’indagine sulla vicenda per cercare di capire i motivi che hanno portato l’autobus a schiantarsi contro il cartello stradale. Nessuna pista è esclusa e nelle prossime ore si cercherà di capire qualcosa in più.

Le vittime – secondo quanto riportato dai media locali – sono di nazionalità diversa ma non ci dovrebbero essere italiani coinvolti in questo grave incidente. La Farnesina non ha avuto riscontri in questo senso anche se le verifiche continueranno. Il bilancio è di 17 morti e 3 feriti con le autorità che mantengono il massimo riserbo sulla vicenda.

fonte foto copertina https://twitter.com/Don_Lazzara

ultimo aggiornamento: 07-06-2019

X