Incidente in Ferrari, identificata una vittima: è un famoso dj
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Incidente in Ferrari, identificata una vittima: è un famoso dj

Volto oscurato di un uomo

Sviluppi sul tragico incidente in Ferrari, finita carbonizzata, avvenuto a Vercelli. Identificata una vittima: si tratta di un famoso dj.

Lo schianto nel giorno di Pasqua, con la sua vettura finita per spezzarsi in due e carbonizzata. In queste ore è stato identificato l’uomo che ha perso la vita a seguito di un incidente in Ferrari, una Gtc4, avvenuto ad Alice Castello, in provincia di Vercelli, sulla bretella Ivrea-Santhià. Si tratta di Hysni Qestaj, 40 anni, dj kosovaro residente a Villeneuve, in Svizzera, noto come ‘Dj Style Q‘.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Indicente in macchina

Incidente in Ferrari: identificata una vittima

A perdere la vita nel tragico incidente mentre viaggiava sulla sua Ferrari è stato, come detto, Hysni Qestaj, 40 anni, dj kosovaro residente a Villeneuve, in Svizzera, conosciuto come Dj Style Q.

Il sinistro terribile, che ha visto la vettura, una Ferrari Gtc4, spezzarsi in due e successivamente prendere fuoco è avvenuto nella tarda mattina di Pasqua nel Comune di Alice Castello, sulla bretella Ivrea-Santhià. Le fiamme che hanno avvolto l’auto avevano reso difficile riconoscere immediatamente le vittime. A bordo del mezzo, infatti, vi era anche una donna, attualmente non ancora identificata.

Secondo quanto si apprende dal Corriere della Sera, poche ore prima dello schianto, il famoso dj era stato impegnato in un club del Vallese.

Le parole del fratello del dj

Stando a quanto si apprende dal quotidiano, Hysni Qestaj era un artista molto conosciuto che veniva chiamato in ogni parte del mondo per esibirsi e far divertire le persone. Suo fratello Agim lo ha descritto come “la persona più amorevole che conosco”, “un fratello meraviglioso e positivo. Ma se dovessi descriverlo in una parola, direi che era la persona più amorevole che conoscessi”.

Sarebbe stato proprio il fratello a confermare che un altro parente, che vive in Italia, sarebbe stato convocato dalla polizia stradale di Settimo Torinese per riconoscere la salma del Dj.

Al netto dell’identificazione andata a buon fine, il Corriere ha spiegato che la Procura di Vercelli ha comunque richiesto il test del DNA sui resti delle due vittime.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 3 Aprile 2024 14:31

Stupro a Palermo, nuova aggressione per la giovane: “Mi gridavano, ti ammazziamo”

nl pixel