Incidente in montagna in Valle d’Aosta, un alpinista è stato travolto e ucciso da una valanga.

AOSTA – Incidente in montagna in Valle d’Aosta. Un alpinista di 49 anni, secondo quanto scritto da La Repubblica, era impegnato in una scalata insieme alla compagna nella zona del Col Collon quando è stato sorpreso da una valanga, staccatasi a quota 2.700 metri.

Lo smottamento di neve lo ha travolto e il personale del soccorso alpino non ha potuto fare altro che constatare il decesso. La Procura ha aperto un’indagine per accertare meglio quanto successo e provare a capire se la morte, come si pensa, è avvenuta sul colpo oppure poco dopo.

La valanga

La valanga ha sorpreso i due scialpinisti nel primo pomeriggio di domenica 30 maggio. A dare l’allarme è stata la compagna della vittima, travolta in parte dalla valanga. La donna in un primo momento ha cercato di aiutare il fidanzato, ma subito dopo è e scesa più a valle per chiedere aiuto e permettere i soccorsi all’uomo.

I medici, però, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’alpinista. La donna, invece, sta bene ed è stata portata in ospedale per effettuare dei controlli medici. Per lei non sarà semplice dimenticare quanto successo e presto potrebbe essere ascoltata ancora una volta dagli inquirenti per accertare quanto successo.

Ambulanza Soccorso Alpino
Ambulanza Soccorso Alpino

Si aggrava il bilancio

Incidenti in montagna che vedono aggravarsi il bilancio. La precedente tragedia era avvenuta sul Monte Rosa con una valanga che a sorpreso uno scialpinista, morto sotto gli occhi del compagno di escursione. Da parte degli esperti il solito invito alla massima prudenza per il rischio di valanghe.

Attenzione, quindi, ai prossimi giorni e al ponte del 2 giugno con molti italiani pronti ad andare in vacanza dopo un periodo difficile per la pandemia e per le restrizioni imposte dal Governo.


‘Ndrangheta, arrestato il boss latitante Giuseppe Crea

‘Custodi del mondo’ vince la 63esima edizione dello Zecchino d’Oro