Tragedia a Milano. Un operaio di 47 anni è stato travolto e ucciso nei pressi di un cantiere stradale. Fermato il conducente dell’auto che lo ha investito.

MILANO – Le strade italiane si tingono ancora di rosso. Nella notte tra il 18 e il 19 ottobre un operaio di 47 anni ha perso la vita mentre era al lavoro in un cantiere stradale nei pressi di Milano. Secondo una prima ricostruzione fatta dagli inquirenti, l’uomo stava posizionando i cartelli di segnalazione dell’intervento e i birilli quando all’improvviso è stato travolto da una Mercedes.

Immediato l’arrivo del personale del 118 che ha potuto constatare solamente la morte dell’uomo. Il magistrato di turno è al lavoro sulla vicenda e nelle prossime ore potrebbe predisporre l’autopsia sul corpo della vittima per cercare di individuare le reali cause che hanno portato al decesso.

Carabinieri
Carabinieri (fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it/)

Operaio travolto e ucciso nei pressi di Milano: indagano i carabinieri

Il conducente della Mercedes – un ragazzo di 25 anni – è stato fermato dai carabinieri che nelle prossime ore lo ascolteranno. Secondo una prima ipotesi l’uomo andava ad una velocità eccessiva e per questo motivo non sarebbe riuscito a frenare in tempo per evitare l’impatto con l’operaio prima di una curva di un sottopasso.

Nei prossimi giorni gli inquirenti che sentiranno anche i colleghi della vittima. Quanto riportato dalle prime testimonianze, l’uomo indossava la pettorina e il cantiere era segnalato. Per cercare di individuare la vera dinamica dello scontro saranno fondamentali i risultati dei rilievi che sono stati fatti sul luogo dell’incidente.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/molfettanewsone/


Roma, imprenditore evade le tasse: arrestato dalla Guardia di Finanza

Omicidio Matilde Sorrentino: arrestato il mandante Francesco Tamarisco