Tragedia a Gubbio. Un ragazzo di 20 anni è morto dopo essersi schiantato contro un palo. Feriti gli altri due ragazzi che erano con lui.

GUBBIO – Gli incidenti stradali e le stragi del sabato sera non si fermano. Nella notte tra il 6 e il 7 luglio 2019 nei pressi di Gubbio un ragazzo di 20 anni è morto dopo essersi schiantato contro un palo. In macchina con lui c’erano altre due persone che hanno riportato feriti gravi ma non sembrano essere in pericolo di vita.

Sulla vicenda indaga la polizia stradale che è al lavoro per effettuare i rilievi e capire i motivi di questa tragedia. Secondo una prima ipotesi alla base dello schianto ci potrebbe essere un colpo di sonno da parte del conducente. Sono in corso gli accertamenti ma la tragedia ha scosso l’intera Gubbio.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Incidente carabinieri
Incidente carabinieri

Incidenti stradali, finisce in mare con l’auto: morta una 24enne a Vico del Gargano. Salvo il fidanzato che era con lei

Ma le tragedie del sabato non sono finite qui. Una ragazza di 24 anni è morta a Vico del Gargano, paesino in provincia di Foggia, dopo essere finita in mare con l’auto. A bordo del mezzo c’era anche il fidanzato che è stato abile ad uscire dalla vettura e mettersi in salvo.

Niente da fare, invece, per la giovane. Secondo una prima ricostruzione, la donna è rimasta incastrata ed è morta annegata. Non si conoscono i motivi che hanno portato la vettura a finire in mare. Il magistrato ha disposto l’autopsia per accertare meglio le cause della morte della 24enne.

Una doppia tragedia che ha portato via dall’affetto delle famiglie due giovani. Le stragi del sabato sera continuano a fare diverse vittime. Il bilancio è sempre più grave e ancora non si è riusciti a trovare una soluzione per fermare questi incidenti che sono continuano a costare la vita a molte persone.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Migranti, Mediterranea sfida Salvini: “I trafficanti favoriti dal governo italiano”

Si tuffa per battere il record di immersione, sub polacco muore nel Garda