Matelica (Macerata), operaio muore cadendo da impalcatura

Incidenti sul lavoro, operaio muore a Matelica cadendo da impalcatura

Nuova tragedia sul lavoro in Italia. Un operaio muore a Matelica durante i lavori post terremoto. Si tratta della seconda vita in poche ore.

MATELICA (MACERATA) – Secondo incidente sul lavoro in poche ore in Italia. Dopo l’operaio morto in Puglia, un’altra persona è deceduta a Matelica in provincia di Macerata. Un uomo di 50 anni, originario del Kuwait, è deceduto cadendo da un’impalcatura durante la ricostruzione post sisma.

Sulla vicenda indagano gli inquirenti che effettuando tutti i controlli per cercare di capire se le norme di sicurezza sono state rispettate. Il magistrato valuta se autorizzare l’autopsia sul corpo per accertare le cause della morte che secondo una prima ispezione è stata provocata dalle diverse lesioni interne dovute alla caduta.

Ambulanza
fonte foto https://www.facebook.com/ItalianRedCross/

Incidenti sul lavoro, operaio morto a Matelica

Secondo una prima ricostruzione fatta dagli inquirenti, l’uomo era al lavoro al quarto piano del palazzo colpito dal terremoto del 2016 quando all’improvviso sarebbe caduto dall’impalcatura con un volo di 15 metri. Immediata la chiamata ai soccorsi ma purtroppo per la vittima non c’era più niente da fare. La salma è stata trasferita all’ospedale di Camerino, dove l’operaio viveva, con le autorità che potrebbero autorizzare l’autopsia per accertare le cause del decesso.

Si tratta di una seconda morte in pochi giorni sul luogo del lavoro. Solamente ieri un ragazzo di 24 anni ha perso la vita in Puglia mentre stava svolgendo il suo mestiere. Mentre un’altra persona è morta ad Alessandria. Tre le vittime che confermano la mancata sicurezza in alcune situazioni, dato evidenziato anche dai dati dell’INAIL del 2018. I decessi sono aumentati di oltre 100 unità e il rischio che questo dato possa continuare a crescere è molto elevato.

Le morti bianche sembrano non voler terminare con una soluzione che deve essere trovata il prima possibile per garantire a tutti gli operai e non solo di poter lavorare con maggiore sicurezza.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/sergio.n.fedele

ultimo aggiornamento: 30-01-2019

X