Incontro tra Grillo e Conte a Marina di Bibbona. Si attende la pubblicazione del nuovo statuto.

ROMA – Incontro tra Grillo e Conte a Marina di Bibbona. Dopo le tensioni dei giorni scorsi, l’ex premier è andato in Toscana per un vertice con il fondatore dei pentastellati. Una riunione per iniziare a programmare il futuro e decidere le tempistiche del voto sul nuovo statuto e sul leader.

“Pieno sostegno da parte di Grillo al nuovo progetto di Conte, hanno ribadito fonti grilline interpellate dall’AdnKronos e il comico ligure sui social ha postato la foto dell’incontro con un breve post: “E ora pensiamo al 2050“.

Ancora tensioni nel M5s

Nonostante l’accordo tra Conte e Grillo, la tensione all’interno del M5s non manca. Il voto sullo statuto e il nuovo leader sembra essere il passaggio fondamentale per il futuro pentastellato. Il rischio scissione sembra essere scongiurato definitivamente, ma non si esclude l’addio di alcuni esponenti soprattutto in caso di un programma diverso dal passato.

In casa pentastellata guarda con attenzione anche il resto del Centrosinistra. Il via libera a Conte leader facilita l’intesa con Pd e Leu, ma c’è ancora da lavorare per limare le distanze e dare vita a questa coalizione anche in ottica prossime elezioni politiche.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Il futuro del governo Draghi

Il ritorno di Giuseppe Conte potrebbe mettere in bilico la partecipazione del M5s nel governo Draghi. Le distanze con alcune decisioni ci sono e non è da escludere una rottura definitiva nei prossimi mesi. L’ultima parola, come sempre, spetterà all’ex presidente del Consiglio e la decisione sarà presa solamente dopo il voto sullo statuto e il nuovo leader.

Il M5s con alla guida Conte sta prendendo forma e Grillo farà parte di questo nuovo Movimento. E l’incontro a Marina di Bibbona è il primo passo verso il futuro pentastellato.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Tutti ne parlano, pochi lo dicono. Ma i politici hanno fatto il vaccino contro il Covid?

Diritti, l’Ue apre una procedura d’infrazione nei confronti di Ungheria e Polonia