La visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in Francia: le dichiarazioni al termine dell’incontro con Macron.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incontrato all’Eliseo il Presidente della Repubblica della Francia Emmanuel Macron.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Il programma della giornata

Al suo arrivo a Parigi Mattarella ha visitato il Musée National de la Céramique de Sèvres, poi ha incontrato Giorgio Armani, nella capitale francese per la settimana dedicata alla moda.

Nella mattinata del 5 luglio Sergio Mattarella ha incontrato il Presidente francese Emmanuel Macron. Dopo l’incontro con il presidente dell’Assemblea Nazionale e la Lectio Magistralis presso l’Université La Sorbonne, il Presidente della Repubblica conclude la giornata con il pranzo di Stato presso l’Eliseo.

Il 6 luglio Mattarella incontra la Direttrice Generale dell’UNESCO, poi renderà omaggio al Monumento del Milite Ignoto presso l’Arco di Trionfo.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Mattarella: “Abbiamo parlato di come intensificare le nostre relazioni”

Questo è il mio primo viaggio all’estero dopo la pandemia. Sono lieto sia stato in Francia. Ringrazio Macron per il ricordo delle vittime“, ha dichiarato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al termine dell’incontro con Macron. “Italia e Francia hanno un legame unico che si basa su valori condivisi, storia comune“.

La partnership italo-francese è fondamentale per l’Europa. Abbiamo parlato con Macron come intensificare le nostre relazioni. Da tutto ciò nasce l’esigenza di un trattato di collaborazione rafforzata. L’Italia ha accolto con grande favore la proposta di servizio civile comune franco-italiano per i giovani“, ha aggiunto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La Francia accoglie un amico e una grande personalità. Non abbiamo mai smesso di parlare e di lavorare insieme“, ha dichiarato Macron.

Il discorso di Mattarella alla Sorbona

Nel suo discorso alla Sorbona, riportato da RaiNews, il Capo dello Stato ha ricordato come “l’obiettivo che ci attende è quello di consegnare alle future generazioni un’Europa più coesa, lungimirante e pienamente in grado di far sentire la sua voce. E per questo non possiamo fallire sul Recovery Plan“.

E il presidente Mattarella è ritornato anche sui migranti: “I flussi vanno regolati e governati, affinché siano rispettosi delle comunità di accoglienza e dei profughi, cancellando l’odioso traffico che criminali senza scrupoli hanno imbastito sulla loro pelle“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 05-07-2021


Speranza, “La sfida non è vinta, le nuove varianti non fanno stare tranquilli”

Coronavirus, Speranza: “Avanti con obbligo del vaccino per i sanitari”