Plusvalenze fittizie, indagato il presidente del Chievo Luca Campedelli

Il presidente del Chievo è nel registro degli indagati per una serie di plusvalenze fittizie. Indagato anche il presidente del Cesena.

Il presidente del Chievo Luca Campedelli è stato iscritto nel registro degli indagati della Procura di Forlì che indaga su un caso di plusvalenze fittizie che sarebbero state realizzate attraverso la compra-vendita di calciatori ceduti e acquistati a valori gonfiati. Le operazioni in questione sarebbero avvenute con il Cesena.

Guardia di Finanza
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/Guardia-di-Finanza

Plusvalenze fittizie, indagato il presidente del Chievo Luca Campedelli

Indagati anche Giorgio Lugaresi, presidente del Cesena, e Giampiero Ceccarelli, che proprio per il Cesena ha svolto incarichi manageriali prima del fallimento del club. Chievo e Cesena avrebbero portato a termine diverse operazioni viziate da plusvalenze fittizie che, nel corso delle compravendite, andavano ad aggiustare i conti delle due società.

Chievo e Cesena, tre indagati per plusvalenze fittizie

Stando a quanto riferito da il Resto del Carlino, i tre avrebbero già ricevuto la notifica con la richiesta della proroga per lo svolgimento delle indagini preliminari.

I provvedimenti adottati dalla giustizia sportiva e le indagini condotte dalla giustizia ordinaria

Il caso era già stato affrontato dalla giustizia sportiva che aveva optato per tre mesi di inibizione per Luca Campedelli e tre punti di penalizzazione in classifica per il Chievo, che ha iniziato la stagione 2018-2019 con un meno tre in classifica.

Nessuno dei tre soggetti coinvolti ha voluto commentare la notizia sugli sviluppi della giustizia ordinaria che ha iniziato il suo corso dopo le decisioni e i provvedimenti adottati dalla giustizia sportiva.

ultimo aggiornamento: 08-04-2019

X