Indagine della Procura di Ragusa sulla Mare Jonio. La nave sarebbe stata pagata per il trasbordo di migranti.

RAGUSA – Indagine della Procura di Ragusa sulla Mare Jonio. Il fascicolo come riportato da La Repubblica, riguarda il trasbordo di migranti avvenuto lo scorso settembre dal cargo danese Maersk Etienne alla nave italiana. Un trasferimento che, secondo i magistrati, sarebbe avvenuto dietro un compenso economico.

Sul registro degli indagati sono stati iscritti quattro persone: il capo missione del salvataggio Beppe Caccia, il regista Alessandro Metz, il comandante Pietro Marrone e Luca Casarini.

Le indagini

Le indagini sono partite subito dopo l’attracco della nave italiana. Approfondimenti che hanno portato alla luce un accordo economico tra le due imbarcazioni per il trasbordo dei migranti.

Gli approfondimenti fin qui svolti – si legge in una nota – hanno permesso di far emergere che il trasbordo dei migranti effettuato dall’equipaggio della Mare Jonio, è stato effettuato solo dopo la conclusione di un accordo di natura commerciale tra le due società armatrici delle due navi, accordo in virtù del quale la società armatrice della Mare Jonio ha percepito una ingente somma quale corrispettivo per il servizio reso“.

Tribunale
Tribunale

La difesa di Mediterranea

Immediata la difesa di Mediterranea con un comunicato ufficiale: “Il procuratore di Ragusa ha più volte esternato pubblicamente la sua crociata contro le Ong […]. Questa indagine è un vero e proprio teorema giudiziario, in cui si ipotizza che le attività di soccorso e salvataggio siano preordinate allo scopo di lucro. La macchinazione ipotizzata è talmente surreale da rendere evidente il primo obiettivo dell’inchiesta. Vogliono di creare una vera e propria macchina di fango che abbiamo visto tante volte in azione nel nostro Paese: dal caso di Mimmo Lucano alle inchieste di questi giorni contro chi pratica solidarietà ai migranti che attraversano la rotta balcanica […]“.

Salvini: “Chiederò un incontro urgente al premier Draghi”

Non è mancato il commento di Matteo Salvini: “Ringrazio la procura di Ragusa, è giusto che si vada fino in fondo. Su questo tema chiederò un incontro urgente al Presidente del Consiglio e al ministro dell’Interno. Nei primi due mesi del 2021 ci sono stati 4.536 sbarchi contro i 2.359 del 2020 e i 262 del 269“.


Reggio Calabria, mago arrestato con l’accusa di omicidio colposo

Coronavirus, in Lombardia arancione rafforzato per Cremona e la provincia di Como. Scontro nel Governo sulla scuola