Omicidio Daphne Caruana Galizia, arrestato presunto mediatore

Malta, Fenech incriminato per la morte di Daphne Caruana Galizia. Muscat lascia a genaario

Malta, svolta nelle indagini sulla morte della giornalista Daphne Caruana Galizia, uccisa nel 2017 con un’auto-bomba.

MALTA – Arriva da Malta la notizia dell’arresto del presunto mandante dell’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia. Si tratta dell’imprenditore Yorgen Fenech. A pochi giorni di distanza dall’arresto dell’imprenditore le autorità hanno arrestato anche Keith Schembri, braccio destro del premier Joseph Muscat.

Malta, il premier Muscat lascia l’incarico a gennaio

Il premier maltese Joseph Muscat, travolto dal Caso Caruana, lascerà il suo incarico il 18 gennaio prossimo. Lo riferiscono fonti del partito laburista del primo ministro citate dal Times of Malta secondo cui l’8 gennaio inizieranno le consultazioni all’interno del partito per la successione.

Morte Daphne Caruana Galizia, arrestato Keith Schembri

Keith Schembri, braccio destro del premier Joseph Muscat, è stato arrestato dalla polizia maltese in seguito alle perquisizioni e all’interrogatorio avvenuto nella mattinata del 26 novembre.

Morte della giornalista Daphne Caruana Galizia, arrestato e incriminato Yorgen Fenech

Yorgen Fenech è stato arrestato dalle autorità maltesi mentre si trovava sul suo yacht con il quale, stando a quanto riferito dall’Ansa, tentava di uscire dalle acque territoriali maltesi. L’uomo di affari sarebbe il presunto mediatore dell’omicidio della giornalista Daphne Galizia.

Fenech è accusato di cospirazione per commettere un assassinio (che avrebbe organizzato e finanziato), complicità materiale e complicità nell’acquisto degli esplosivi.

Daphne Caruana Galizia
Fonte foto: Fonte foto: https://www.facebook.com/englishpenwritersatrisk

Caso Daphne Caruana Galizia, l’indiscrezione dei media maltesi: le autorità sarebbero risalite ai mandanti dell’omicidio

Non è chiaro se l’omicidio della giornalista sia stato commissionato dal mondo della criminalità organizzata o, come sostengono in molti, dalle sfere politiche. Le indagini si svolgono nel massimo riserbo per la delicatezza della situazione e il possibile coinvolgimenti di pezzi da novanta. Anche i familiari hanno fatto sapere di non aver ancora ricevuto alcuna informazione dagli inquirenti.

Le indagini sono partite dalle inchieste condotte dalla reporter, considerata come una voce libera, innamorata del suo lavoro, non intenzionata a scendere a compromessi, sempre alla ricerca della verità. Proprio le sue doti l’avrebbero fatta diventare una persona scomoda, al punto che qualcuno ha deciso di eliminarla come la Mafia ha fatto con Falcone e Borsellino, come la criminalità ha risolto i suoi problemi più spinosi.

La morte di Daphne Caruana Galizia

Daphne Caruana Galizia era stata uccisa nell’ottobre del 2017 per motivi ancora ignoti. La donna è morta in seguito all’esplosione dell’automobile sulla quale viaggiava. Il caso ha avuto una grande risonanza mediatica a livello internazionale, con la categoria dell’informazione che ha puntato i riflettori sulla libertà di espressione e di stampa.

ultimo aggiornamento: 27-11-2019

X