Indipendenza catalana, Rajoy: “La Spagna continuerà ad essere così per molto tempo”

chiudi

Caricamento Player...

Il premier spagnolo getta acqua sul fuoco dopo l’esito del referendum per l’indipendenza in Catalogna.

Mariano Rajoy non ha intenzione di mollare la presa sulla Catalogna. Queste le parole del premier spagnolo in un’intervista al Pais: “Il governo impedirà che qualsiasi dichiaraizone di indipendenza possa concretizzarsi in qualcosa. La Spagna continuerà a essere la Spagna e sarà così per molto tempo“. Nel paese, però, continuano le tensioni tra gli indipendentisti catalani e coloro che vogliono continuare a vedere una Spagna unita. Se quindi a Barcellona una folla si è radunata chiedendo di intaurare un dialogo tra la Catalogna e Madrid, nella capitale gli unionisti sono scesi in piazza al grido di ‘con i golpisti non si dialoga’.

Catalogna verso l’indipendenza: forze speciali nelle infrastrutture

A testimoniare il persistere dello stato di tensione tra le parti, come riferito dall’Ansa, è anche la decisione delle autorità spagnole di dispiegare in questi giorni forze speciali dei servizi di sicurezza in alcune infrastrutture catalane, come all’aeroporto El Prat di Barcellona, per prevenire una possibile dichiarazione d’indipendenza da parte della regione. C’è anche chi tenta di prevenire lo scisma in senso opposto, fuggendo a Madrid, come la società Aigues de Barcelona, che gestisce la distribuzione idrica nel capoluogo della Catalogna. Stessa decisione per l’istituto di credito catalano La Caixa, che ha portato la sede legale a Palma di Maiorca “finché persisterà l’attuale situazione in Catalogna”. La sensazione è che il trasferimento rischi di diventare definitivo.