Indonesia, traghetto travolto dalla tempesta: più di trenta morti. Il capitano è riuscito a far arenare l’imbarcazione a pochi metri dalla riva evitando la strage.

Indonesia. Un traghetto travolto dalla tempesta è affondato al largo dell’arcipelago di Sulawesi provocando la morte di più di trenta persone. La tragedia è stata evitata, o almeno contenuta, solo grazie all’abilità del capitano dell’imbarcazione che di fronte il pericolo ha fatto rotta verso la riva facendo arenare il battello a circa trecento metri dalla terraferma. La prontezza e il sangue freddo dell’uomo hanno evitato che si ripetesse la stessa disgrazia avvenuta poche settimane fa, il 18 giugno, quando a perdere la vita, si presume, sarebbero state ben centosessantaquattro persone.

Indonesia, traghetto travolto dalla tempesta: le operazioni dei soccorritori

I soccorritori hanno trovato i sopravvissuti aggrappati ai resti in legno della nave, ai quali sono rimasti aggrappati per quasi tutta la notte. L’ultima persona ad aver abbandonato la nave è stato il capitano. I primi bilanci parlano di circa 130  persone tratte in salvo, trentuno morti e tre dispersi.

L’affondamento della nave sarebbe stato causato dalle condizioni del mare mosso. Le onde altissime avrebbero fatto entrare l’acqua nell’imbarcazione già poco dopo la partenza. Le autorità indagheranno adesso sull’accaduto per valutare se l’imbarcazione potesse lasciare il porto e mettersi in mare oppure se dietro all’incidente possa esserci l’errore umano. Al termine delle operazioni di salvataggio saranno sentite le testimonianze dei passeggeri e ovviamente quella del capitano dell’imbarcazione, cui toccherà l’ardio compito di ricostruire i fatti.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
esteri evidenza incidente nautico Indonesia

ultimo aggiornamento: 04-07-2018


Migranti, tensione (e barriere) tra Germania e Austria

Tragedia per Tina Turner, morto suicida il primo figlio