Istat, a marzo l’inflazione si conferma all’1%

L’inflazione resta stabile nel mese di marzo. I dati Istat confermano la percentuale della variazione dei prezzi all’1%.

ROMA – L’inflazione si è confermata all’1% nel mese di marzo. La conferma arriva dall’Istat che in un report ha espresso la percentuale della variazione annua dei prezzi. Il dato è molto simile a quello registrato lo scorso anno mentre per quanto riguarda i numeri mensili si registra un piccolo aumento (0,3%) rispetto al mese di febbraio.

Nel documento viene precisato il motivo di questa stabilità dell’inflazione: “E’ la sintesi – si legge nel report riportato da La Repubblica di dinamiche contrapposte. Da una parte l’accelerazione dei beni energetici non regolamentati (+3,3%) mentre dall’altra parte il rallentamento dei beni non lavorati (+1,9%), dei servizi relativi ai trasporti (+0,5%) e dei tabacchi (+4,0%)“. Dati che confermano un momento non eccezionale della nostra economia anche se si attende aprile per cercare di capire qualcosa in più in vista della seconda parte dell’anno.

Istat
Fonte foto: https://www.facebook.com/IstatCensimentiGiornoDopoGiorno

L’Istat conferma la stabilità dell’inflazione nel mese di marzo

Nel suo report l’Istat ha voluto fare anche un punto generale sull’economia italiano spiegando come l’Italia sia tornata a crescere nel mese di febbraio dopo un periodo di flessione registrato a dicembre. “Questo momento positivo – fanno sapere dall’Istituto – è dovuto al fatto che i prezzi dei beni energetici non regolamentari accelerano, compensando il rallentamento di quelli dei beni alimentari non lavorati e determinando la stabilità dell’inflazione a marco. Le componenti volatili continuano ad essere all’origine delle oscillazioni dell’inflazione, che vede i prezzi dei prodotti di largo consumo registrare una crescita più sostenuta rispetto a quella del paniere nel suo complesso“.

C’è grande attesa per capire come la linea della percentuale d’inflazione si muoverà nel mese di aprile. Solo in questo modo si potrebbe fare il punto della situazione con il governo che resta molto fiducioso per del secondo semestre.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/IstatCensimentiGiornoDopoGiorno

ultimo aggiornamento: 17-04-2019

X