Insulti a Carola Rackete, Saviano: Alcuni provano un senso di inferiorità verso gli africani

Roberto Saviano sugli insulti a Carola Rackete: “Qualcuno prova un senso di inferiorità nei confronti dell’africano”.

Il dubbio di Roberto Saviano: qualcuno prova un senso di inferiorità nei confronti degli africani. E quel qualcuno sono le persone hanno offeso Carola Rackete al momento del suo arresto da parte della Guardia di Finanza.

Roberto Saviano sugli insulti a Carola Rackete: “Qualcuno ha senso di inferiorità verso l’africano”

Con un messaggio condiviso su Twitter dopo le polemiche che si sono scatenate dopo l’arresto della comandante della Sea Watch, Roberto Saviano ha fatto un’analisi sui motivi sociali che hanno spinto le persone a insultare Carola

“Gli insulti sessisti a Carola Rackete sul molo di Lampedusa rispecchiano una dinamica tipica: da un lato il sesso visto come aberrazione e vizio, dall’altro il senso di inferiorità che qualcuno ha in questo campo verso l’africano.

Di seguito il tweet di Roberto Saviano

Lo stesso messaggio era stato scritto con parole leggermente diverse da Morani, deputata del Partito democratico.

“Comunque il tenore degli insulti a Carola Rackete manifesta, da parte di chi li ha pronunciati, un disagio sessuale notevole nonché una discreta invidia delle dimensioni anatomiche di altri uomini”.

Roberto Saviano
Fonte foto: https://www.facebook.com/RobertoSavianoFanpage

Il ringraziamento di Saviano alla Capitana

L’autore di Gomorra aveva preso nettamente posizione al fianco della Capitana facendone un simbolo dell’anti-fascismo. Il messaggio di Saviano è implicito ma decisamente chiaro e pungente.

“Carola, hai obbedito alla legge degli Uomini, gli stessi Uomini che più di 70 anni fa seppero scacciare nel buco nero della storia quelli che oggi rialzano la testa. Grazie per aver messo il tuo corpo in questa battaglia di civiltà”.

ultimo aggiornamento: 01-07-2019

X