Il tecnico dell’Inter, Luciano Spalletti, al termine della sfida col Chievo: “Tre punti importantissimi conquistati contro un grandissimo avversario“.

Cinque gol e tanto entusiasmo in casa Inter dopo la vittoria per 5-0 col Chievo di Maran, che ha regalato agli uomini di Spalletti il primato solitario. Intervistato da Premium Sport, il tecnico nerazzurro ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Quando le partite vanno in questo modo, con la squadra che risponde alla grande, è un ottimo risultato per tutti. I ragazzi hanno iniziato bene questa gara e l’hanno condotta ancora meglio: la strada è quella giusta. Frecciate a Sarri? No, io non tiro frecciate a nessuno. Ora siamo lassù, vuol dire che stiamo lavorando in modo serio comportandoci da professionisti a trecentosessanta gradi. Poi, questo è ovvio, devo metterci del mio: il ruolo dell’allenatore è importante. Devo assumermi delle responsabilità“.

Inter-Chievo, Spalletti: “I miei calciatori hanno fatto benissimo

Il tecnico dell’Inter ha quindi proseguito: “Quelli di oggi sono tre punti importantissimi, conquistati contro un grandissimo Chievo. Siamo stati attenti, non era facile mantenere questo ritmo per tutta la gara. I miei calciatori hanno fatto benissimo, sfruttando le proprie qualità. Santon? Lo conoscevo, nel bene e nel male. Ha grandissime qualità, è bravissimo sia difensivamente che in fase offensiva. Poi conta anche il contesto in cui un giocatore viene impiegato: se le cose vanno bene è più semplice per tutti. Nagatomo? Copre benissimo dalla propria parte, l’anno scorso non subì Salah quando giocammo contro l’Inter“. L’ultima battuta è dedicata alla sfida con la Juventus: “Non è assolutamente una sfida scudetto. Per noi sarà una partita complicatissima, dovremo essere bravi. Da domani ripartiremo facendo le cose che ormai conosciamo“.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio Chievoverona evidenza Inter Juventus Luciano Spalletti

ultimo aggiornamento: 03-12-2017


Serie A: l’Inter vola al primo posto, bene la Fiorentina

Mercato Milan, Dani Ceballos resta nel mirino: su di lui anche Arsenal e Tottenham