Il terzino dell’Inter, Danilo D’Ambrosio, parla dell’obiettivo nerazzurro, tra bluff, scaramanzia e realismo.

La squadra del momento sembrerebbe essere l’Inter di Spalletti. Con il big match tra Napoli e Juve in programma domani sera, questo weekend i nerazzurri potrebbero tornare al primo posto, questa volta per restarci. Intervistato da Sky Sport, però, uno dei protagonisti della compagine spallettiana, Danilo D’Ambrosio, ha provato a smorzare l’entusiasmo: “Napoli-Juve? Tutto dipenderà da quello che faremo con il Chievo: noi siamo costretti a vincere, indipendentemente dal risultato di venerdì. Futuro? Non faccio progetti, penso a migliorare quotidianamente: con la costanza ho raggiunto le cento presenze con questa gloriosa maglia e spero di farne tante altre. Non mi sono mai messo in discussione perché so di essere in una grande squadra in cui devono esserci due giocatori per ruolo di grande livello. È stato fatto un grande mercato che sta dando i suoi frutti“.

Inter, D’Ambrosio: “Le vittorie formano la mentalità

Il terzino nerazzurro racconta quindi il segreto della formula di Spalletti: “Le vittorie aiutano a costruire una mentalità vincente: con Spalletti stiamo ottenendo grandi risultati, sta lavorando molto a livello psicologico. Speriamo di raggiungere il nostro obiettivo stagionale. Scudetto? Al momento giochiamo solo per la Champions… Siamo una squadra fisica, lo dimostrano i centimetri. Siamo aggressivi, non vogliamo mai prendere gol: quando non ci riusciamo il mister è pignolo. Lavoriamo anche in un quadro generale, analizziamo tutti gli errori e le cose buone che abbiamo fatto. Difensore centrale? L’ho fatto in qualche partita, Spalletti ha detto che posso farlo: se mi sarà chiesto, cercherò di farlo nel miglior modo possibile“.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio Danilo D'Ambrosio Inter Luciano Spalletti scudetto

ultimo aggiornamento: 30-11-2017


Milan, Cutrone fissa l’obiettivo: scalare le gerarchie dell’attacco rossonero

Zamparini: “Auguro a Gattuso di fare la stessa carriera di Conte”