Icardi: “L’Inter è diventata la mia vita. Il mio prossimo obiettivo è giocare per la Nazionale”

Il bomber nerazzurro si è raccontato ai microfoni del magazine GQ, ammettendo: “I gol più importanti li ho fatti alla Juve

chiudi

Caricamento Player...

Mauro Icardi e l’Inter. Un amore apparentemente senza fine. Dopo tanti anni in nerazzurro, il campione argentino si è ormai legato indissolubilmente a una società che gli ha permesso di diventare un giocatore di rango internazionale. Anche per questo, in un’intervista a GQ, l’attaccante ha rilasciato parole al miele per il proprio club. Queste le anticipazioni della Gazzetta dello Sport: “Mi sento ormai molto milanese e l’Inter è diventata la mia vita: mi sento legato a questi colori e a questa società”. Icardi ha quindi parlato dei suoi gol più importanti: “Sicuramente i più importanti sono stati quelli segnati alla Juve, ma quello più bello l’ho fatto da fuori area contro il Bologna“.

Icardi: “Dopo il ritiro non farò l’allenatore

Quattro anni in nerazzurro, la fascia di capitano, un ruolo da leader sempre più indiscusso, nella scia della tradizione argentina interista. Icardi è un pilastro dell’Inter, e ne è realmente felice: “Ormai sono qui da quatto anni e sono molto legato all’Inter“. Passando al suo futuro, l’attaccante ammette: “Escludo che lavorerò ancora nel mondo del calcio. Quando mi ritirerò dal calcio giocato sicuramente non farò l’allenatore. Non è nei miei pensieri. In questo momento non ho ancora progetti per il futuro“. Infine, il bomber ha parlato del proprio desiderio di indossare la maglia albiceleste della propria Nazionale: “Il sogno di giocare ad alti livelli l’ho già raggiunto da un paio d’anni. Ma il mio prossimo obiettivo è migliorare in modo da poter giocare per la Nazionale del mio Paese“.