Giallo sull’audio della comunicazione tra la sala VAR e l’arbitro Orsato in occasione del fallo di Pjanic in Inter-Juve.

Le Iene portano alla ribalta un caso noto della storia del calcio di oggi, quello del fallo di Miralem Pjanic su Rafinha in occasione di Inter-Juve dell’aprile 2018, un caso che si tinge di giallo in quanto, secondo la denuncia del noto programma, sarebbe sparito il file audio della comunicazione tra il VAR e Orsato. Ma andiamo con ordine.

Di seguito il video con la sintesi della partita

Inter-Juve, il fallo di Pjanic su Rafinha e l’audio della comunicazione del Var

Aprile 2018. La corsa per lo Scudetto vede un bellissimo testa a testa tra Juve e Napoli, con la squadra di Maurizio Sarri che si porta ad una sola lunghezza di distanza dalla Juventus, impegnata in casa dell’Inter e chiamata a vincere per tenere le distanze nella volata finale.

La partita è tutt’altro che semplice, sia per le squadre che per Orsato, il direttore di gara. Lo stesso Orsato commetterà diversi errori di valutazione nel corso dei novanta minuti, ma il più clamoroso è senza ombra di dubbio quello sul fallaccio di Pjanic su Rafinha.

Il centrocampista della Juventus, già ammonito, entra in netto ritardo e in maniera scomposta sul calciatore dell’Inter. Gli opinionisti di tutta Italia non hanno dubbi. Intervento da giallo. Anzi, da secondo giallo. Tutti d’accordo? Non Orsato, che invece opta per la via della diplomazia e si limita a redarguire verbalmente il regista bianconero. Tra le proteste di tutti i giocatori nerazzurri e i fischi assordanti dello stadio.

Ma attenzione alla dinamica. Le immagini sono chiare. Orsato in un primo momento estrae il cartellino giallo senza mostrarlo al calciatore. Passano 35 secondi, durante i quali evidentemente avviene una comunicazione con la sala VAR. Al termine del confronto il direttore di gara sventola il cartellino giallo in faccia a D’Ambrosio, ammonito per proteste.

Daniele Orsato

Il servizio de Le Iene

Il caso interessa anche Giuseppe Pecoraro, ex procuratore della Figc, che ai microfoni de le Iene riferisce di aver richiesto il file audio della comunicazione, che gli sarebbe stato recapitato solo sei mesi dopo.

“Chiesi l’audio video, i dialoghi, fra il Var e l’arbitro Orsato. Immediatamente dopo la partita. Arrivò che eravamo già alla terza o alla quarta partita del campionato successivo, ma mi arrivò solo il video, non l’audio. La risposta più semplice è che non me l’abbiano voluto dare, perché mi danno l’audio degli altri episodi e non mi danno questo, quando a me interessava soltanto quell’episodio lì. Se ad un certo punto Orsato viene promosso e viene mandato anche a fare la finale di Champions, qualcuno si deve pure chiedere ‘ma dopo quell’errore che ha fatto’, gravissimo, a mio parere, che ha condizionato penso un campionato, a questo punto è premiato pure. Di che parliamo”, ha dichiarato Pecoraro ai microfoni de Le Iene.

“Non è scomparso nulla, non c’è nulla da nascondere. A Pecoraro è arrivato il video, è quello che è arrivato a tutti, nel senso le telecamere normali, le immagini normali, quella evidentemente non è una situazione da Var”, ha dichiarato Rizzoli a le Iene.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio calcio news Inter Juventus Serie A

ultimo aggiornamento: 07-10-2020


Presentato il Viola Park, il nuovo centro sportivo della Fiorentina

Amichevole, Italia-Moldavia 6-0: doppietta di El Shaarawy