Inter-Juventus, Spalletti: bene nel primo tempo ma dovevamo essere più cattivi

Le dichiarazioni di Luciano Spalletti nel post partita di Inter-Juventus: “Nel secondo tempo avevamo troppa frenesia. Eravamo stanchi”.

MILANO – Un punto che potrebbe complicare un po’ il cammino Champions Legue per l’Inter ma Luciano Spalletti nel post partita della sfida contro la Juventus preferisce guardare il bicchiere mezzo pieno ai microfoni di Sky Sport: “Un primo tempo giocato da grande squadra mentre nel secondo non siamo riusciti a dare continuità soprattutto nel far girare la palla. Loro sono stati molto bravi a trovare lo spazio giusto per punirci ma è stata una bella partita. Noi non siamo stati bravi in difesa forse anche per un po’ di stanchezza arretrata. Ma questa è la strada giusta anche perché abbiamo affrontato una squadra giusta. Potevamo fare qualcosa in più perché ne abbiamo le possibilità. L’anno scorso abbiamo perso il contatto con questo modo di fare calcio e questo ci è costato molti punti“.

Luciano Spalletti
fonte foto https://www.facebook.com/Inter/

Inter-Juventus, Luciano Spalletti nel post partita

Luciano Spalletti crede che questa squadra ha ampi margini di miglioramento: “Una squadra matura una partita come quella di stasera la porta a casa. Abbiamo avuto diverse occasioni per raddoppiare, condotto bene la sfida per lunghi tratti ma bisogna crescere in fase difensiva. Come detto prima la strada è giusta, noi dobbiamo spingere sull’acceleratore per il calcio che vogliamo fare. Brozovic sa più costruire che distruggere, Politano raddoppia ma la situazione non si risolve e contro queste squadre paghi queste disattenzione“.

Conclusioni finali sul suo futuro: “Io qua mi trovo bene e se fosse per me rimarrei fino al termine della carriera. La decisione, però, la prende la società che deve fare una scelta per il proprio bene. Questo pubblico merita il meglio e se poi questo vuol dire annullare il mio lavoro, non conta niente. In società ci devono essere persone che sappiano decidere per difendere l’Inter“.

ultimo aggiornamento: 27-04-2019

X