Inter-Milan, la chiave tattica: è fisicità contro bellezza

Inter-Milan, la chiave tattica della gara. I rossoneri punteranno sul possesso palla e sulle giocate di Suso, Spalletti prepara il pressing alto e le ripartenze sulle corsie esterne.

Riflettori puntati sullo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, dove Inter e Milan si sfidano in un derby che, finalmente, ha il sapore dell’alta classifica. I nerazzurri non saranno l’anti-Juve per eccellenza ma sono pronti ad approfittare di qualche passo falso delle prime, mentre il Milan punta seriamente alla Champions League con una squadra finalmente competitiva.

Inter-Milan: rossoneri più belli, nerazzurri più cattivi

L’opinione diffusa è che il Milan giochi meglio ma l’Inter sia più forte, una lettura condivisa solo in parte da Gennaro Gattuso che ha detto la sua in occasione della conferenza stampa della vigilia. Secondo il tecnico rossonero, dal punto di vista tecnico la sua squadra potrebbe avere qualcosa in più rispetto ai nerazzurri, che d’altro canto sono più fisici e più propensi a rincorrere il pallone in mezzo al campo. Una dote non secondaria nel nostro campionato.

Esultanza Milan
fonte foto https://twitter.com/acmilan

Milan, tutto sul possesso palla

Se la squadra dovesse riuscire a mantenere la calma nonostante tutte le pressioni del caso, il Milan proverà ad essere spavaldo incentrando il proprio gioco sul possesso palla prolungato e sulle marcature preventive per neutralizzare gli esterni nerazzurri e ridurre il margine d’azione di Mauro Icardi. Dal canto suo Gattuso si affiderà all’estro di Suso e al talento di Higuain, nella speranza che il clima infuocato possa scuotere anche Hakan Calhanoglu, uno in grado di fare la differenza e spaccare la partita con le sue progressioni palla al piede e con i suoi improvvisi cambi di gioco.

Esultanza Inter
fonte foto https://twitter.com/Inter

Inter, pressing alto e fisicità

L’Inter risponderà probabilmente con un pressing altissimo per spingere il Milan a giocare in verticale. Si prevedono raddoppi di marcatura per Biglia e soprattutto per Suso, fonti primarie del gioco rossonero. Spalletti proverà a sfruttare al massimo le corsie esterne per valere la fisicità dei suoi sulle palle alte, dove il Milan ha problemi storici che ancora non è riuscito a risolvere.

Di seguito il video dell’ultima sfida in campionato tra Milan e Inter:

ultimo aggiornamento: 21-10-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X