Inter-Napoli, le dichiarazioni di Beppe Sala dopo gli insulti a Koulibaly

Inter-Napoli, insulti razzisti a Koulibaly. Il sindaco Sala: “Chiedo scusa a nome della mia città”

Inter-Napoli, il sindaco di Milano Beppe Sala chiede scusa a nome della città: “Sono tornato a casa avvilito, un atto vergognoso”.

Continua a far discutere la partita tra Inter e Napoli. La giustizia indaga sul tifoso rimasto ucciso in seguito agli scontri che hanno preceduto l’inizio della partita – al momento sono tre le persone arrestate – mentre il sindaco di Milano ha voluto chiedere scusa a nome della città per gli insulti razzisti rivolti dalla Curva dell’Inter al difensore del Napoli Koulibaly.

Kalidou Koulibaly
fonte foto https://www.facebook.com/SSCNapoli/

Inter-Napoli, il sindaco Beppe Sala sugli insulti razzisti a Koulibaly: un atto vergognoso

Ieri sera sono andato allo stadio, seguendo quella passione che mi ha trasmesso mio papà, come credo sia per tanti tifosi. E quando vado a gioire e soffrire per i colori del mio cuore confesso che spesso penso a lui, a quando andavamo insieme a San Siro. Ho preso freddo, mi sono agitato, ho esultato per la vittoria dell’Inter. Ma sono tornato a casa avvilito“, recita il messaggio scritto da Beppe Sala sulla propria pagina Facebook.

Quei buu a Koulibaly sono stati una vergogna. Un atto vergognoso nei confronti di un atleta serio come lui, che porta con fierezza il colore della sua pelle. E anche, pur in misura minore, nei confronti di tante persone che vanno allo stadio per tifare e per stare con gli amici – prosegue il messaggio di Beppe Sala. Non mi piace, per mia natura, pensare a cosa devono fare gli altri per risolvere i problemi della società in cui viviamo. Preferisco sempre partire da cosa devo fare io. E in questo caso farò una cosa molto semplice. Continuerò ad andare a vedere l’Inter, ma ai primi buu farò un piccolo gesto, mi alzerò e me ne andrò“.

Una partita da sospendere

Proprio la mancata sospensione della partita continua a far discutere i vertici del calcio e delle autorità competenti. Il verbale che sarà redatto e consegnato dal giudice di gara farà chiarezza anche sulle possibili responsabilità dell’arbitro, che avrebbe forse dovuto interrompere la gara per gli insulti razzisti.

ultimo aggiornamento: 27-12-2018

X