Inter, Spalletti: “È calata l’autostima, i tifosi ci sostengono”

Ecco le dichiarazioni rilasciate da Luciano Spalletti in conferenza stampa in vista del match di campionato contro la Lazio.

Tre sconfitte consecutive fra campionato e Coppa Italia. L’Inter è chiamata a reagire. Ma con la Lazio sarà tutt’altro che una passeggiata. Lo sa bene Luciano Spalletti, che ha parlato in conferenza stampa in vista del match contro i biancocelesti. Ecco le sue dichiarazioni, riportate da Sport Mediaset: “Si cerca di portare dei dati di fatto, per quello che è il loro modo pensare, quello che è successo e la strada da fare. Un esempio: se a questo punto fossimo arrivati con due sconfitte contro Juve e Napoli, e poi vinto e pareggiato le ultime due gare di campionato con Udinese e Sassuolo, saremmo dipinti in modo diverso. Ma siccome abbiamo fatto cose eccezionali prima, diventa facile -da fuori- vedere e trovare difficoltà. Abbiamo fatto tutto da noi e da noi, solo noi dovremo trovare la soluzione. È così che conosci le tue qualità, la conoscenza di te stesso, in tutti i punti, per reagire, subito. Nessuno ci dà la soluzione. Tocca a noi farlo. Abbiamo fatto cose eccezionali prima, e su queste siamo giudicati adesso. Noi non vogliamo essere in difficoltà. Siamo forti. Nel calcio e nella vita ci sono i momenti in cui le cose non vanno bene, e devi lasciare passare il tempo…”.

Serie A, 19esima giornata: Inter-Lazio sabato 30 dicembre alle ore 18

Nonostante il momento poco brillante, l’Inter può contare sul sostegno dei propri tifosi: “Hanno fiducia – ha affermato Spalletti – supereremo i 60mila anche domani, loro sono quelli che hanno in mano o in testa la soluzione. Loro hanno fiducia e vengono a sostenerci per questo. Se mano a mano io sono diventato sempre più interista, ora ne sono totalmente innamorato”.

Spalletti non è per nulla soddisfatto dell’atteggiamento mostrato dai suoi nelle ultime partite: “Anch’io sono un po’ sorpreso di questa mancata totalità di buttarci dentro tutte le forze che abbiamo. È una difficoltà dentro la quale non ci abbiamo messo tutto, proprio tutto. Se poi, parlo del derby, non si fa gol quando le occasioni ci sono, beh. Di sicuro si deve fare qualcosa di più. Nelle ultime tre sconfitte non ho visto una squadra nei guai. In passato è successo, io vedo il presente, si fanno discorsi mirati, dialoghi individuali, se c’è qualcuno in difficoltà si cerca di aiutarlo, per ridare forza e convinzione. Candreva a centrocampo? È possibile, ha mostrato questa qualità. Penso anche alla spinta che può dare Cancelo, ovvero il terzino destro più alto. Ma in un momento così, non vorrei fare confusione. Come stavamo andando andava bene, coi giocatori nel ruolo giusto. I cambiamenti li ho fatti, nel derby ce n’erano quattro nuovi su undici. È calata l’autostima, sei più titubante, meno coraggioso e allora accade questo. Ti viene il braccino e si ribaltano le cose”.

ultimo aggiornamento: 29-12-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X