Inter, la verità di Thohir: “Ho venduto la società per proteggermi”

Il magnate indonesiano, Erick Thohir, ha raccontato i motivi per cui ha deciso di cedere l’Inter.

L’Inter di Thohir: la verità sulla cessione dell’indonesiano. Il presidente nerazzurro ha raccontato, in un’intervista a Lapresse, riportata dalla Gazzetta dello Sport, i motivi che lo hanno spinto a fare un passo indietro: “Mi aspetta una notte in bianco, c’è il debutto della mia Inter contro il Sassuolo… Ma perché la Serie A non adotta gli stessi orari della Premier? Noi asiatici siamo penalizzati, si va a letto alle 3 e mezza di mattina“.

Sono ancora presidente della società“, ha tenuto a specificare Thohir, “e ho il 31% delle azioni. Soprattutto resto un tifoso appassionato, basta vedere il mio ufficio, pieno di magliette nerazzurre“.

Inter, Thohir: “Ho venduto perché…

Il magnate indonesiano è quindi entrato nello specifico della cessione a Suning: “Il business è business. E io quando ho comprato la società da Moratti, non ho mai illuso nessuno. Non ho mai promesso lo scudetto subito. A un certo punto mi sono dovuto proteggere. Quando sono arrivato mi sono posto cinque obiettivi: costruire infrastrutture all’altezza, riorganizzare il management, allestire poco alla volta una squadra forte, rispettare il Financial Fair Play, andare in Europa League e nel giro di cinque anni rientrare in Champions“.

Obiettivi che non è riuscito a raggiungere completamente: “Lo stadio non è stato possibile costruirlo. Avrebbe generato business, sarebbe aumentato il giro di affari, il fatturato che consente di rimanere al passo con i grandi club d’Europa. Comunque mi sembra che Suning abbia lo stesso obiettivo. Lo stadio, intendo“.

La verità di Thohir

Ho venduto perché c’è stato chi si è offerto per diventare partner di maggioranza, con grandi obiettivi“, ha concluso Thohir, “ho pensato che andasse bene. Ripeto, io mi sono solo protetto. Ho mantenuto la carica, il posto allo stadio, il 31% delle azioni, mi scrivo con i miei amici italiani e interisti. Ora tocca a Suning. Trascuravo troppo il club? Non ho mai promesso che avrei passato settimane o mesi a Milano. Sono un uomo d’affari e i miei interessi sono qui, in Indonesia. A Milano sono andato alcune volte, come a Londra. Avevo creato un management di assoluta affidabilità proprio per questo, per non dover essere tutti i giorni in Italia”.

Nel video una vecchia intervista al presidente Thohir:

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 19-08-2018

Mauro Abbate

X