Inter-Udinese, Spalletti in conferenza stampa: “Andiamo diritti per la nostra strada”

Le parole in conferenza stampa di Luciano Spalletti alla vigilia di Inter-Udinese, ennesimo banco di prova per la capolista.

Dopo la vittoria tremebonda ai rigori con il Pordenone negli ottavi di Coppa Italia, la capolista Inter si rituffa sul campionato con spirito inalterato. Luciano Spalletti continua ad essere soddisfatto dei suoi, e in conferenza stampa esalta ancora il valore della sua rosa. Queste le parole riportate dalla Gazzetta dello Sport alla vigilia di Inter-Udinese: “Senza tregua è uno status che ci siamo creati all’interno del gruppo, non è determinato da fattori esterni, ma da una nostra volontà. Non ci possiamo far confondere da una singola partita, andremo sempre diritti per la nostra strada. Qualsiasi giocatore avessi scelto martedì, il valore in campo sarebbe stato superiore: le difficoltà sono dovute alla mia gestione della sfida. Ma siamo stati bravi a portare a casa il risultato. Quando non segni subito in partite del genere diventa difficile, e i nostri avversari si sono comportati benissimo. Ai rigori abbiamo però dimostrato personalità in un momento dove avevamo tutto da perdere“.

Inter-Udinese, la conferenza stampa di Spalletti

Domani alle 15 a San Siro arriverà l’Udinese, rinata sotto la gestione Oddo. Una sfida delicata visto il primo calo fisico della stagione per i nerazzurri: “Non credo che gli equilibri, anche in ottica del mercato di gennaio, si spostino. Se io metto Cancelo in un determinato contesto rende diversamente. Ripeto: aver cambiato otto undicesimi nella sfida di martedì ha influito molto sui singoli. A gennaio voglio Sergio Ramos, Iniesta e Sanchez… Tra Chiesa e Berardi chi scelgo? Candreva. Non dobbiamo mancare di rispetto a una rosa che ha fatto grandi cose. Udinese? Pozzo lo conosco bene, sono stato qualche giorno con lui… Sarà una gara difficile“. Infine, il tecnico nerazzurro parla anche della questione Figc, sponsorizzando Tommasi come fatto già da altri tecnici della Serie A: “Lui è una persona di elevata caratura morale. Se lo vedrei bene come presidente della Federazione? Io voto lui. Ci vogliono idee, qualità, forza e voglia di voler mettere le cose a posto e lui ha tutte queste caratteristiche“.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 15-12-2017

Mauro Abbate

X