Inter, tensione a San Siro: Wanda Nara contestata dai tifosi

Il pass per la prossima Champions League non è servito a far calmare gli animi in casa Inter. Wanda Nara contestata dai tifosi.

MILANO – Ci sono stati momenti di paura per Wanda Nara nel post di Inter-Empoli. La moglie-agente di Mauro Icardi all’uscita dallo stadio è stata accerchiata da un gruppo di tifosi nerazzurri che le hanno chiesto di andarsene. Con un po’ di fatica la showgirl argentina è riuscita a divincolarsi dalla folla che aveva avvicinato la sua auto e ritornare a casa prima di fare rotta negli studi di Tiki Taka.

Wanda Nara insultata – Non è stata una domenica sera tranquilla per Wanda Nara. La moglie di Icardi, infatti, è stata insultata al termine della sfida quando con il suo figlio grande era scesa in campo per salutare il marito. Il motivo? Il rigore sbagliato dall’attaccante argentino. Un errore che poteva costare molto caro alla squadra di Spalletti ma fortunatamente Nainggolan poi ha messo ha messo le cose in ordine.

Wanda Nara
Wanda Nara

Inter, Icardi sempre più vicino all’addio. Wanda Nara: “A volte non bastano 124 gol a 26 anni”

Il rapporto tra Icardi e i tifosi dell’Inter sembra ormai ai limiti storici. E ad accendere gli animi è sempre Wanda Nara con un lungo post su Instagram: “A volte non basta un gol al Barcelona, al Tottenham, 3 gol nel derby, 124 gol a 26 anni. A volte nessuno si rende conto di chi gioca con dolore. A volte il calcio ti mette a dura prova. Ma per me e per noi l’unica cosa che conta è l’orgoglio di sapere che sei un grandissimo uomo prima di essere un grandissimo giocatore. Sempre fieri di te e di vedere i tuoi occhi illuminati giocando per la squadra che ami“.

Di seguito il post su Instagram

Un post che si aggiunge alle dichiarazioni della moglie-manager ai microfoni di Tiki Taka: “Il rigore sbagliato? E’ normale che ci sia rabbia, anche io ho detto una parolaccia. Quanto tifi per l’Inter sai che il cuore ti funziona bene, poi capita a tutti di sbagliare. L’importante è aver raggiunto il traguardo“.

ultimo aggiornamento: 27-05-2019

X