L’utilizzo di internet su reti mobili come smartphone e tablet (e non solo) ha avuto un incremento nel primo trimestre 2020, ma i dati sono destinati a crescere fino al 2025!

Con il Coronavirus e il periodo di lockdown gli italiani si sono rifugiati sulla rete, per informarsi, svagarsi, tenersi in contatto con amici e parenti lontani. Tutte queste operazioni hanno significato un incremento notevole dell’utilizzo di internet nel primo trimestre 2020 e soprattutto nell’ambito del mobile. Vediamo insieme i numeri e i settori che hanno beneficiato della rete e che continueranno a farlo nei prossimi anni.

L’utilizzo di internet: i dati 2020 e il mobile

In linea generale il primo trimestre 2020 è stato un successo per gli operatori che offrono, in Italia, la connessione a internet. Non solo si è riusciti a ovviare alla richiesta, ma l’incremento esponenziale dell’utilizzo della rete non ha preso in contropiede gli operatori, che sembra siano riusciti a soddisfare i clienti senza intoppi o sovraccarico del servizio.

Un servizio che ha dovuto fare davvero i salti mortali se si pensa che il traffico internet in Italia è aumentato di circa il 70% di cui il primo 33% solo nella prima settimana di lockdown.

Mobile experience
Mobile experience

Secondo le stime dell’Ericsson Mobility Report, basatosi su questionari online sottoposti in 11 Stati a circa 11mila persone di età compresa tra i 15 e i 69 anni, il traffico sulle reti mobili è aumentato in media del 14% nei primi mesi del 2020 rispetto al trimestre precedente. Rispetto al primo trimestre del 2019 poi, il distacco è notevolmente maggiore e si aggira su un +56%, e sembra destinato ad aumentare fino al 2025.

I settori più e meno cercati da smartphone e il futuro

Sempre secondo lo studio dell’Ericsson Mobility Report le persone, in periodo di lockdown, hanno iniziato a trascorrere sempre più tempo su internet da mobile: in media un’ora in più al giorno.

Ma cosa cercavano su internet gli utenti? Nei primi mesi del 2020 le ricerche più alte si concentravano sulle attività lavorative e sulle videolezioni e la didattica a distanza. Ma anche sulle app e i siti che parlavano di Coronavirus e su come avere un consulto medico a distanza.

Anche la ricerca dell’intrattenimento è aumentata. Su mobile le ricerche maggiori vertevano sulle app di messaggistica e i social network, applicazioni per chiamare e videochiamare amici, colleghi e parenti, ma anche app dove poter guardare video in streaming, streaming di videogiochi e per un allenamento sportivo fai da te in casa.

Se da un lato le ricerche hanno raggiunto picchi mai pensati, altri settori hanno subito in periodo di magra legato a doppio filo con la crisi sanitaria. Gli utenti hanno smesso di navigare sui siti collegati ai viaggi come le piattaforme per prenotare voli, hotel ed esperienze, così come anche le app che tenevano aggiornati sul mondo dello sport.

Tutti questi cambiamenti sulla rete mobile sembrano destinati a durare e a migliorare nel tempo. Secondo lo studio di Ericcson l’incremento annuo dell’utilizzo del mobile si aggirerebbe al 31% fino al 2025. A guidare questa crescita saranno i video e i social network, per questo le offerte telefoniche di ho.mobile permettono di scegliere tra molti pacchetti, per trovare la soluzione migliore al tuo modo di viaggiare in internet. Grazie ai GB di traffico compresi puoi usare le tue app preferite e rimanere in contatto con gli amici senza temere di non avere accesso a internet.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


L’orologio da uomo come accessorio imprescindibile

ASCOLTIAMOCI.IT: Dal lancio ai successi del primo trimestre.