L’intervento del presidente Mattarella al Premio Nazionale per l’Innovazione.

ROMA – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto al Premio Nazionale per l’Innovazione: “La lotta al virus – ha ricordato il Capo dello Stato – richiederà a tutti noi ancora sacrifici, serietà e unità; ma anche grazie alle risorse morali e materiali che siamo riusciti a mobilitare possiamo e dobbiamo guardare al dopo, cominciare a costruirlo […]“.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Mattarella: “Il dopo pandemia può essere un ponte verso una società più giusta e inclusiva”

Nel suo discorso il presidente della Repubblica si è soffermato sul rilancio dell’economia: “Il dopo-pandemia può essere un ponte verso una società più giusta e inclusiva, oppure può restituirci una comunità con disparità di vari squilibri irrisolti. Molto dipenderà da quanto e da come investiremo in ricerca e innovazione, da come sapremo sostenerle e indirizzarle, da quanto saremo capaci di condividerne i risultati“.

Il Capo dello Stato ha parlato anche di Recovery Fund: “L’Unione Europea è stata capace di un salto di qualità, per qualcuno in atteso, ma che trae origine proprio dai suoi lavori e fondativi. Il Next Generation Eu offre grandi opportunità che non possiamo disperdere […]. L’Europa rilanci il proprio ruolo: promuovere lo sviluppo e la pace a livello internazionale in base ai valori della sua civiltà espressi nel suo modello sociale [...]”.

Sergio Mattarella
Roma – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in videoconferenza, alla XI edizione della cerimonia di conferimento del Premio Nazionale per l’Innovazione “Premio dei Premi” 2020, oggi 11 dicembre 2020. (Foto di Paolo Giandotti – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Mattarella: “La nostra responsabilità è duplice”

Mattarella ha lanciato un monito alle istituzioni: “La nostra responsabilità è duplice: difendere al meglio persone e comunità e preparare una nuova stagione di sviluppo […]. Non dobbiamo arrenderci ai danni che la pandemia può arrecare alla nostra struttura sociale […]. E’ una responsabilità che interpella anche i presenti in questo convegno. Imprese piccole e grandi, università e centri di ricerca, uffici della Pubblica Amministrazione. Siamo di fronte a un crocevia inedito […]“.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 11-12-2020


Conte, “Accordo storico su Next Generation Eu, ora confronto con le forze di maggioranza”

Tampone errato, la ministra Lamorgese non era positiva al coronavirus