L'intervento Renzi in Senato durante l'informativa del premier Conte

Coronavirus, la proposta di Renzi: “Un decreto con oltre 50 miliardi”

L’intervento di Matteo Renzi in Senato durante l’informativa di Conte: “L’emergenza durerà due anni. Servono più soldi”.

ROMA – L’intervento di Matteo Renzi in Senato durante l’informativa del premier Conte. Il leader di Italia Viva ha ribadito il proprio sosteno al Governo chiedendo “un decreto unico con oltre 50 miliardi di euro. Una norma che deve dire con chiarezza tutto quello che serve e che soprattutto le imprese devono essere messe in condizioni di riaprire“.

E poi un’altra proposta: “Riapriamo anche le librerie perché curano l’anima. Stiamo vedendo il trailer di un film dell’orrore: un mondo senza vaccini. L’emergenza durerà due anni e noi non possiamo restare per due anni in casa“.

"Non dobbiamo morire di Covid, ma non possiamo morire di fame"

"Non dobbiamo morire di Covid, ma non possiamo morire di fame": in diretta dal Senato

Pubblicato da Matteo Renzi su Giovedì 26 marzo 2020

Commissione parlamentare d’inchiesta

Nel suo discorso l’ex premier ha chiesto l’apertura di una commissione parlamentare d’inchiesta per accertare meglio quanto successo in questo periodo. “Si è fatta su tutto – ricorda Renzi – ma di fronte a 8mila morti possiamo parlarne solo dopo la ripresa e le vacanze estive“.

Il senatore, inoltre, condivide il pensiero di Mario Draghi: “Lui ci ha indicato la strada da seguire. In questo momento si discute sul codice per chiudere le aziende ma io mi pongo il problema contrario perché in questo momento non stiamo permettendo liquidità alle Piccole e medie imprese che rischiano di morire“.

Matteo Renzi
Fonte foto: https://www.facebook.com/matteorenziufficiale

“Dobbiamo imparare a convivere con questa emergenza”

Poco prima del suo intervento in Senato Matteo Renzi aveva rilasciato un’intervista a Radio Capital: “L’emergenza durerà fino a quando il vaccino non produce effetti. Dobbiamo trovare il modo di convivere perché non si può tenere chiusa le gente in casa per diversi mesi“.

Un’emergenza che ha salvato (per il momento) il Governo dalla crisi: “Stavamo pensando a soluzioni alternative. In questo momento, però, bisogna essere uniti e tutti vanno sostenuti e aiutati. In questo momento dobbiamo dare certezze ai cittadini“.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/matteorenziufficiale

ultimo aggiornamento: 26-03-2020

X