L'intervista di Aleksander Ceferin ai microfoni di Repubblica

Ceferin: “Proseguire la stagione a settembre”. Frena Gravina: “Deadline a luglio”

L’intervista di Ceferin a Repubblica: “C’è l’opzione di riprendere la stagione dopo l’estate. Stiamo valutando diversi scenari”.

ROMA – Ripartire o terminare qui la stagione in corso? Le Federazioni stanno sfogliando la margherita come conferma il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin in un’intervista rilasciata a Repubblica.

In questo momento drammatico – ha assicurato il numero uno del calcio europeo – la cosa più importante è la salute e uscire da questa crisi. Noi ci siamo fermati ed è un simbolo del periodo. Ora stiamo valutando tre opzioni: ricominciare a metà maggio, a giugno o alla fine di giugno. Se non dovessimo riuscirci la stagione sarebbe persa. Non posso escludere un inizio a settembre, cominciando più tardi quella successiva“.

La decisione sarà presa nelle prossime settimane

Il rischio di uno stop definitivo è molto alto anche se l’Uefa preferisce non sbilanciarsi: “Nessuno sa quando la pandemia finirà – ha aggiunto Ceferin – noi siamo in contatto con Leghe e con i club. Non ci resta che aspettare, come in ogni altro settore“.

In caso di una sospensione della stagione toccherà alle singole Federazioni iniziare a programmare l’annata 2020/2021 con la Serie A che potrebbe diventare a 22 squadre, visto lo stop di promozioni e retrocessioni.

Pallone Euro 2020
fonte foto https://twitter.com/UEFAEURO

La deadline di Gravina

Dall’Italia arriva il no ad una ripresa della stagione a settembre. “Il prossimo anno – ha detto ai microfoni di Radio Sportiva il presidente della Figc, Gabriele Gravina – avremo l’Europeo di calcio e competizioni internazionali legate ai club. Non possiamo permetterci di partire oltre metà agosto come abbiamo fatto lo scorso anno. Quindi la deadline resta quella di metà luglio“.

La Federazione insieme alla Lega è al lavoro per trovare una soluzione. E non è da escludere un recupero delle sfide non giocate per consentire a tutte le squadre di avere lo stesso numero di partite e di conseguenza procedere almeno con le retrocessioni.

fonte foto copertina https://twitter.com/UEFAEURO

ultimo aggiornamento: 29-03-2020

X