Mattia Binotto a ‘La Gazzetta dello Sport: “Con Leclerc e Sainz pensiamo di costruire il futuro”.

ROMA – Mattia Binotto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport si proietta sul futuro della Ferrari. “Non è stato sicuramente bello vedere vincere gli altri – ha ammesso il team principal della Rossa – il prossimo anno dobbiamo affrontare due team sicuramente forti e non sarà semplice batterli, ma il nostro obiettivo è quello di provare a lottare per pole e vittorie“.

Non possiamo accettare una stagione come le ultime due – ha aggiunto – dobbiamo assolutamente fare il passo decisivo, ma non deve essere un obbligo vincere il Mondiale“.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Binotto su Sainz e Leclerc

La Ferrari è pronta a puntare ancora una volta su Sainz e Leclerc. “L’ultima stagione non siamo stati competitivi – ha ammesso Binotto – non abbiamo vinto una gara, ma siamo il team che ha fatto dei passi avanti importanti e darei sette ala stagione e otto ai nostri piloti […]“.

Charles è cresciuto molto, Carlos è finito in 20 gare nella top ten ed ora discuteremo con lui il rinnovo – ha aggiunto – pensiamo proprio a loro per costruire il futuro di questa squadra“. Ma molto dipenderà dall’andamento della prossima stagione visto che le richieste non mancano.

Mattia Binotto
Mattia Binotto

Schumacher e Giovinazzi ancora in Ferrari

Ferrari che potrà contare anche su Schumacher e Giovinazzi. Entrambi i piloti saranno le riserve nella prossima stagione e i due devono farsi trovare in caso di infortuni o altri problemi di Leclerc o Sainz. Si tratta di una notizia sicuramente importante per tutti e due, pronti a sfruttare l’occasione per cercare di dimostrare le proprie qualità.

Naturalmente la speranza a Maranello è quella di poter contare su tutti i piloti sin dall’inizio della stagione per sperare di conquistare pole e vittorie e riportare la Ferrari dove merita dopo anni molto complicati.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 22-12-2021


Ferrari, attesa per la nuova monoposto: ecco quando sarà presentata

Pnrr, via libera dell’Ue alle rate semestrali. Draghi: “Impegno fino al 2026”