L’intervista di Luigi Di Maio a Fanpage: “Migranti? L’obiettivo è quello di fermare le partenze”.

ROMA – Lunga intervista a Fanpage per Luigi Di Maio che si è soffermato su diversi argomenti. Il ministro degli Esteri ha criticato i cosiddetti negazionisti del Covid-19.

C’è bisogno di capire – le parole del pentastellato – che siamo in un’emergenza sanitaria. Negare l’esistenza del virus o la pericolosità è da irresponsabili. Ho visto anche in questi giorni e non mi fa piacere che chi ne negava l’esistenza ne è stato colpito. A loro vanno i miei migliori auguri“.

Referendum e alleanza con il Pd

Di Maio è ritornato anche sull’alleanza con il Pd a livello amministrativo: “Se si vuole fare un ragionamento per portare il programma del Movimento bisogna partire prima e fare un tavolo nazionale. Il prossimo anno si vota a Roma, Torino, Milano, Napoli e Bologna e non possiamo sbagliare. Se vogliamo ragionare con forze civiche e politiche per portare i nostri temi lo dobbiamo fare con un coordinamento nazionale che tiene conto delle esigenze del territorio“.

Passaggio anche sul referendum: “L’obiettivo è quello di portare i parlamentari al numero della media europea. Tagliare 345 parlamentari significa un ritorno alla normalità. Non è una battaglia anti-politica, ma ci sono anche dei risparmi, mezzo miliardo nel complesso“.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Migranti

Il ministro degli Esteri ha parlato di migranti: “Il tema è legato al Covid perché la crisi sanitaria ha danneggiato le economie di alcuni Paesi del Nord Africa come la Tunisia. Per loro l’unico esito è il rimpatrio perché il Paese sicuro […]. La crisi in questo momento ha un problema in più, a livello europeo non sanno riprendendo le redistribuzioni, quindi stiamo chiedendo che ripartano. Poi l’obiettivo è sempre quello di fermare le partenze“.

Di seguito il video con l’intervista completa di Luigi Di Maio a Fanpage.it

Il 20 e il 21 settembre io voto SÌ al taglio di 345 parlamentari. Vi spiego tutto in questa intervista a Fanpage.it.

Una delle scuse del no al taglio dei parlamentari è che tagliando il numero delle poltrone, che in Italia è il più alto d'Europa, si taglia la democrazia. Caspita, allora perché non aumentarle? A rigor di logica, se avessimo 2000 parlamentari saremmo un Paese più democratico, non trovate? Ma per favore… Vi spiego tutto in questa intervista a Fanpage.it. Seguitemi.Il 20 e il 21 settembre io voto SÌ al taglio di 345 parlamentari.

Pubblicato da Luigi Di Maio su Venerdì 28 agosto 2020

Scarica QUI il Decreto Agosto.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
evidenza luigi di maio migranti politica referendum

ultimo aggiornamento: 28-08-2020


Basilicata, si dimette il presidente del Cotrab

John McCain, il senatore e veterano del Vietnam candidato contro Obama e contestatore di Trump