Domenicali a Radio anch’io Sport: “L’obiettivo è disputare tutti i GP. Sudafrica? Stiamo discutendo per il 2023”.

ROMA – Diversi gli argomenti affrontati da Stefano Domenicali a Radio anch’io Sport. Il numero uno della Formula 1 ha confermato gli obiettivi a breve termine: “E’ un anno molto difficile. Noi vogliamo portare al termine la stagione con i 23 Gran Premi, ma dobbiamo essere pronti in ogni momento a cambiare le cose e i piani alternativi non cambiano. Sudafrica? Vuole tornare. Stiamo discutendo per il 2023. I 25 Gran Premi non sono un obiettivo immediato“.

Domenicali sulla sprint race

Il numero uno della Formula 1, riportato da La Gazzetta dello Sport, ha fatto il punto sulla sprint race: “Stiamo definendo gli ultimi dettagli e speriamo di concludere l’accordo per il Gran Premio di Imola. Il nostro obiettivo resta quello di avere un weekend molto più intenso: un’ora di prove libere il venerdì, qualifiche con gara sprint per definire l’ordine di partenza della gara vera il sabato e poi la consueta competizione domenicale“.

Speriamo – ha aggiunto Domenicali – di definire tutti i dettagli per partire con la sperimentazione che se avrà successo vedremo come definire il prossimo anno. Confermo che sarà a Silverstone“.

Formula 1
Formula 1

Domenicali sulla Ferrari

Stefano Domenicali ha parlato della Ferrari. “Credo di averla vista molto più competitiva rispetto allo scorso anno – il commento dell’ex team principal della Rossa può combattere per posizioni di vertice. Mercedes e Red Bull sono un pochino sopra rispetto a tutti gli altri, ma i ranghi sono molto più compatti rispetto al 2019. Il successo del primo GP ha dimostrato una grande dinamicità in pista. E mi auguro che a Imola si possa vedere una gara straordinaria“.

L’appuntamento di Imola, il secondo della stagione e il primo in Europa, si disputerà a porte chiuse per l’emergenza coronavirus. La conferma è stata data dal governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.


MotoGP, primo sigillo stagionale di Quartararo. Zarco leader del Mondiale

Svolta LG, il gruppo coreano lascia il mercato dei telefonini. Non produrrà più smartphone