Emilio Fede ritorna sul caso Ruby: “Ho grande rispetto per la giustizia ma io non c’entro nulla in questa vicenda. Preferisco tacere”.

ROMA – A distanza di qualche mese dalla condanna ritorna a parlare Emilio Fede e lo fa ai microfoni de I Lunatici, trasmissione in onda su Radio 2: “Come convivo con la sentenza? Secondo me è stata esagerata. Il mio nome fa sempre notizia. Ora attendo la decisione finale che non sono gli arresti ma non capisco i motivi di questo accanimento nei miei confronti. Secondo loro io ho tentato di indurre tre ragazze che erano ad Arcore alla prostituzione. Io non vorrei affrontare un tema delicato come la giustizia e quindi preferisco tacere. Ma sono al centro di una vicenda in cui non c’entro nulla. Che rottura di p****. Siamo ancora al bunga bunga, vi rendete conto?”.

Di questa vicenda si parla – continua l’ex direttore del TG4 – perché ci siamo dentro sia io che Berlusconi. Prima o poi si saprà il perché c’è stata questa percussione riguardo a Berlusconi. Gliene hanno fatto di tutti i colori. E comunque se dovrà pagare qualcosa speso che possa essere destinato ai giovani o agli anziani“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Emilio Fede
fonte foto https://www.facebook.com/premioghirelli/

Emilio Fede ai microfoni de I Lunatici: “Toti? Ha ancora tanta strada da fare”

Emilio Fede si sofferma anche sui rapporti tra Giovanni Toti e Silvio Berlusconi: “Il presidente in più di un’occasione mi ha chiamato per chiedermi il nome del mio parrucchiere o della clinica dove sono dimagrito. Ho avuto la paura che volesse trasformate Toti in me. Giovanni è una brava persona ma da diventare governatore a capo politico contrario a Berlusconi ce ne vuole. Nei suoi limiti di giornalista va bene ma non può essere un campo di un movimento politico perché ha ancora tanta strada da fare. E poi le persone non si tradiscono. Il tradimento è una delle vergogne della nostra società. Io ne ho subiti tanti e il fatto di essere legato a Berlusconi mi ha esposto. Ma con lui andiamo ancora d’accordo“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/premioghirelli/

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Terremoto in Calabria, scossa di magnitudo 3.3 a San Pietro di Caridà

Gavi, tredici persone arrestate per maltrattamenti su disabili