Giovanni Tria: La ripresa economica si vede

Giovanni Tria assicura gli investitori: Devono considerare i nostri solidi sistemi economico e produttivo.

Dopo aver incassato critiche e accuse dall’Unione europea, il ministro dell’Economia Giovanni Tria, intervenuto ai microfoni della Cnbc ha parlato con orgoglio dei dati legati alla produzione per quanto riguarda i primi tre mesi del 2019.

I numeri, come sottolineato dal ministro, mostrano una lieve crescita dell’economia italiana.

Giovanni Tria: Abbiamo avuto problemi di rallentamento alla fine dello scorso anno. Già nei primi mesi dell’anno corrente gli indicatori mostrano che c’è una ripresa

Commentando i dati sull’economia italiana, il titolare del Mef ha ammesso che gli ultimi mesi del 2018 sono stati caratterizzati da una brusca frenata, cui però ha fatto seguito una ripresa registrata nei primi tre mesi del 2019.

“Abbiamo avuto problemi di rallentamento alla fine dello scorso anno, ma già nei primi mesi dell’anno corrente gli indicatori mostrano che, gradualmente, c’è una ripresa della nostra economia”.

Giovanni Tria
Giovanni Tria

Tria: Riformeremo il sistema fiscale

Giovanni Tria ha poi annunciato una riforma progressiva del sistema fiscale, un’operazione che sarà fatta tenendo conto dei vincoli europei.

“Riformeremo il sistema fiscale e continueremo a farlo progressivamente, considerando i nostri vincoli di bilancio […]. Non vedo alcun problema, perché il nostro impegno con la Commissione è sul deficit strutturale e questo significa che viene considerato il ciclo economico. Quindi rispetteremo questo impegno”.

In conclusione il ministro dell’Economia ha parlato anche del Memorandum firmato con la Cina che ha preoccupato – e non poco – anche gli Stati Uniti.

“Abbiamo una partnership strategica e una alleanza con gli Usa e gli altri Paesi della Nato. Questa è la nostra posizione e non cambia”.

ultimo aggiornamento: 15-04-2019

X