Il messaggio di Maduro alle opposizioni: sediamoci ad un tavolo per parlare

Venezuela, il messaggio di Maduro alle opposizioni: sediamoci ad un tavolo e confrontiamoci

Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ai microfoni di Sky TG24, conferma la sua apertura al dialogo con le opposizioni.

CARACAS (VENEZUELA) – Nessun ripensamento da parte di Nicolas Maduro. Il presidente venezuelano ai microfoni di Sky TG24 conferma la sua apertura al dialogo con le opposizioni: “Prima di tutto – afferma il leader chavista – non manderei un messaggio direttamente a Guaidò ma ai capi dell’opposizioni. A loro dico di riflettere, di cambiare idea perché il colpo di stato è fallito. Bisogna sedersi a un tavolo, dialogare, parlare e fare politica“.

Sull’Europa – “In questi anni in Venezuela si sono vissuti molti episodi. Si è andati al voto per 25 volte e in 23 abbiamo vinto. Abbiamo una forza reale. All’Italia e all’Europa dico di non fari trascinare dalle pazzie di Donald Trump. Bisogna mantenere una posizione di equilibrio, di rispetto e di collaborazione. Io tra colpo di stato e dialogo scelgo sempre il secondo perché è l’unico modo per difendere democrazia e pace ma soprattutto per superare i problemi“.

Nicolas Maduro
Nicolas Maduro (fonte foto https://twitter.com/Livia_Candanga_)

Nicolas Maduro ai microfoni di Sky TG24: “Ho scritto a Papa Francesco. Spero che sia arrivata in Vaticano”

Nicolas Maduro conferma di aver inviato una lettera a Papa Francesco: “Ho scritto una lettera al Pontefice dicendo che io sono al servizio della causa di Cristo. Lui sa che sono un praticante della fede e con questo spirito gli ho chiesto aiuto per rafforzare il dialogo. Io chiedo al Papa che produca il miglior sforzo possibile per aiutarci in questo cammino. Spero che ci dia una mano“.

Sul rischio della guerra – “Non posso dire se ci sia il rischio ma una minaccia sicura. Il tutto è iniziato ad agosto 2018 quando Trump ha parlato di un intervento militare. Mi rivolto a tutti il mondo: abbiamo bisogno di solidarietà per evitare un conflitto che trasformi il Venezuela in un nuovo Vietman. Noi non permetteremo mai che sia toccato un palmo del nostro territorio nazionale“.

fonte foto copertina https://twitter.com/Anaiss20Cast

ultimo aggiornamento: 04-02-2019

X